user
19 gennaio 2018

Calciomercato, Van Persie si libera dal Fenerbahce: lunedì la firma con il Feyenoord

print-icon
rvp

L'attaccante olandese ha risolto il suo contratto con il Fenerbahce trovando l'accordo verbale con il Feyenoord: lunedì la firma, tornerà dopo 14 anni nella squadra con cui ha debuttato nel grande calcio

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Robin van Persie al Feyenoord. Adesso è ufficiale, il 35enne olandese torna a casa dopo 14 anni, avendo risolto il contratto con la sua ultima squadra, il Fenerbahce. L'accordo con i biancorossi è per un contratto fino al 2019, che verrà firmato lunedì. Gli manca il ritmo partita visto che non gioca da quasi 5 mesi, nulla rispetto ai 14 anni passati lontano da casa: stagioni in cui Robin ha mostrato il suo talento a tutto il mondo, segnando 226 gol e portando a casa 4 trofei, oltre a una serie di premi individuali. Intanto è anche diventato il miglior cannoniere di tutti i tempi con la Nazionale olandese, superando Kluivert e arrivando a quota 50 reti nel match dell'ottobre 2015 contro la Repubblica Ceca.

    

L'esordio da predestinato e i gol in Inghilterra

Era stato proprio in Olanda che Wenger si era, calcisticamente parlando, innamorato di van Persie. Il centravanti, cresciuto nelle giovanili dell'Excelsior, si trasferì al Feyenoord ed è con i biancorossi che debuttò ad appena 17 anni e 6 mesi, prima di firmare il suo primo contratto professionistico. Alla prima stagione contribuì alla vittoria della Coppa Uefa, ottenuta ai danni del Borussia Dortmund, e fu nominato talento dell'anno dell'Eredivisie. Poi altri due anni con la stessa maglia, qualche frizione con l'allenatore van Marwijk e un po' di alti e bassi a causa anche della posizione in campo, troppo arretrata rispetto alle sue caratteristiche. Nell'estate 2004, dopo 21 reti in 76 presenze, arrivò il trasferimento in Inghilterra, all'Arsenal, dove van Persie cominciò a carburare in termini di gol e a far impazzire i tifosi Gunners. Una finale di Champions persa contro il Barcellona, poi la consacrazione da prima punta e tanti, tantissimi gol. Chiuse la stagione 2011-12 da capocannoniere della Premier con 30 centri. Qui decise di chiudere la sua esperienza a Londra. Non rinnovò il contratto con l'Arsenal e passò ai rivali del Manchester United. I tifosi dei Gunners naturalmente non la prensero bene, ma van Persie continuò a fare in modo impeccabile il suo lavoro. Al primo anno da giocatore dello United si proclamò nuovamente capocannoniere, aiutando la squadra a vincere la Premier League. Da lì in poi gli infortuni hanno cominciato a tormentarlo e nel 2015 ha deciso di intraprendere un'avventura meno impegnativa, quella turca con la maglia del Fenerbahce, dove non ha brillato come un tempo e ha perso la Nazionale. Ora per l'attaccante è arrivato il momento di tornare a casa. Chissà se i suoi tifosi gli riserveranno la stessa accoglienza che trovò ad Istanbul.

Speciale Calciomercato 2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI