user
22 gennaio 2018

Calciomercato, ufficiale il passaggio di Sanchez allo United: Mkhitaryan all'Arsenal

print-icon

Si conclude la trattativa più chiacchierata dell'inverno: Alexis Sanchez passa ai Red Devils, il fantasista armeno è ufficialmente un giocatore dei Gunners. I club hanno annunciato contemporaneamente l'avvenuto scambio

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

L’accelerata positiva degli ultimi giorni aveva ormai lasciato intendere che fosse soltanto questione di ore. E la fumata bianca non si è fatta attendere troppo: Alexis Sanchez è un nuovo giocatore del Manchester United e avrà il numero 7. Allo stesso tempo, Henrikh Mkhitaryan passa all’Arsenal. “Sono emozionato di essere arrivato nel club più importante del mondo. Ho passato tre stagioni e mezzo meravigliose all'Arsenal e porto con me tanti bei ricordi di una grande società e dei suoi tifosi. La possibilità di giocare in uno stadio storico come questo e di lavorare con José Mourinho era qualcosa che non potevo rifiutare. Sono davvero felice di essere il primo cileno a far parte della prima squadra del Manchester United e spero di poter mostrare ai nostri tifosi per il mondo perché il club mi ha voluto così fortemente” sono le prime parole dell’attaccante. Questa, invece, è l’accoglienza che gli ha riservato Mourinho: “Alexis è uno dei migliori attaccanti al mondo e completerà il nostro giovane e talentuoso reparto. Porterà la sua ambizione e la sua personalità, qualità che lo rendono un giocatore adatto al Manchester United, una squadra che può rendere più forte. Ne approfitto per augurare tutto il successo e la felicità possibile a Mkhitaryan: è un giocatore che non dimenticheremo, specialmente per il suo contributo fondamentale per la vittoria dell'Europa League”.

Sponda Arsenal

“Sono molto felice che si sia giunti alla conclusione dell'accordo, e sono contento di essere qui. E' un sogno che si realizza perché ho sempre sognato di giocare per l'Arsenal. Ora sono qui e farò del mio meglio affinché questo club possa scrivere la storia” sono invece le prime parole del giocatore armeno. Complimenti e parole di benvenuto da parte del suo nuovo allenatore, Arsène Wenger: “Henrikh è un giocatore molto completo. Crea opportunità per i compagni, difende bene, può assorbire le distanze ed è molto professionale. Devo ammettere che è un giocatore che ha tutte queste qualità”.

Il saluto di Sanchez

Sanchez ha voluto salutare i tifosi dell’Arsenal attraverso un lungo post apparso sul proprio profilo Instagram: “Grazie di tutto, Gunners! Voglio ringraziare lo staff tecnico, l'equipe medica e tutti i compagni con cui ho condiviso tante cose belle per il club e specialmente quelle persone che non si vedono in copertina ma che senza di loro nulla sarebbe possibile: quelle che ci preparano da mangiare e si prendono cura di noi giorno dopo giorno, che ci hanno custodito le scarpe e tenuto pulite, così come il prato sempre in perfette condizioni. Grazie davvero. Ci sono persone che hanno parlato senza sapere cosa accadeva all'interno del club e hanno fatto danni. Voglio dire che ho sempre dato il 100% per questa squadra, fino all'ultimo giorno, quando ho chiesto all'allenatore di esserci, perché ho sempre voluto dare il mio contributo. Ricordo oggi la conversazione che ebbi con Henry, una bandiera dell'Arsenal, che ha cambiato squadra per la stessa ragione e oggi è il mio turno. Grazie di tutto, Gunner! Tutto ciò che abbiamo raggiunto e tutti i bei momenti che ho regalato al club voglio dedicarli ai tifosi, che sono la cosa più importante. Grazie per ogni volta che avete cantato”.

Calciomercato, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI