user
04 febbraio 2018

Calciomercato gennaio, si spostano gli equilibri: i nuovi arrivi subito decisivi

print-icon

Gli acquisti del mercato di riparazione stanno già dando il loro contributo: Sanchez subito a segno con lo United, Mkhitaryan e Aubameyang danno spettacolo con l'Arsenal. Pazzini fa impazzire il Levante, Batshuayi devastante con il Dortmund

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Lo chiamano mercato di riparazione perché dovrebbe servire a coprire una piccola lacuna nella propria rosa. Spesso però gli acquisti di gennaio finiscono per stravolgerti completamente la stagione. C’è chi tocca piede sul campo per qualche minuto e poi sparisce nel dimenticatoio e chi invece, in soli pochi minuti, riesce fin da subito a dimostrarsi incisivo e soprattutto decisivo per la sua nuova squadra. La sessione di calciomercato appena conclusa, da questo punto di vista, sta già offrendo spunti più che interessanti. In particolare in Premier, dove tante sono state le operazioni economicamente dispendiose e hanno portato al cambio di maglia di top player. Scambi che solitamente si vedono al massimo in estate. Il trasferimento più chiacchierato è stato quello di Alexis Sanchez dall’Arsenal al Manchester United. Il Nino Maravilla ha debuttato in FA Cup contro lo Yeovil, offrendo una buona prestazione, poi si è invece scatenato contro l’Huddersfield firmando il gol della sicurezza, correggendo in rete il rigore inizialmente parato da Lossl. Se il cileno ha avuto un ottimo impatto con lo United, ancora meglio hanno fatto i due giocatori che hanno preso il suo posto tra le fila dei Gunners: Mkhitaryan e Aubameyang. Nel 5-1 con cui la squadra di Wenger ha travolto l’Everton grande protagonista, oltre a Ramsey autore di una tripletta, è stato proprio l’armeno, in grado di fornire tre assist vincenti ai suoi compagni. Quasi lo stesso numero di passaggi decisivi li aveva effettuati nella prima parte di stagione con la maglia dei Red Devils. All’attaccante ex Dortmund sono bastati invece 37 minuti per realizzare la prima rete in Premier e far sognare i tifosi dell’Arsenal per quello che potrebbe fare in compagnia di Lacazette e Ozil. In Germania, sponda giallonera, non sembrano tuttavia rimpiangere il centravanti gabonese. Merito di Michy Batshuayi, il nuovo supereroe dalle parti del Westfalenstadion, che si è dimostrato subito devastante fin dalla prima gara. A Colonia infatti ha bagnato il suo debutto con una splendida doppietta e il passaggio per il gol di Schurrle che ha sancito la vittoria per 3-2 del Borussia sul campo del Colonia. Se si parla di esordi indimenticabili non possiamo non menzionare Giampaolo Pazzini che, anche in Spagna, ha tenuto fede alla sua tradizione. Il Pazzo è stato mandato in campo nel quarto d’ora finale della sfida tra Levante e Real Madrid e proprio un suo tiro allo scadere ha permesso alla formazione di Valencia di agguantare il pari contro i campioni d’Europa in carica.

Sanchez, prima gioia United

Doppietta e assist di Batshuayi

Il gol del Pazzo

Delirio Diego Costa, van Dijk si vede poco

Non male neanche l’impatto di Theo Walcott con l’Everton. Suo l’assist nella sfida di due settimane fa pareggiata contro il West Bromwich, poi la giornata successiva una splendida doppietta per abbattere le resistenze del Leicester. Non altrettanto decisivo finora è stato il suo compagno di squadra, Tosun. Contro i Toffees ha fatto il suo debutto invece Virgil van Dijk con la maglia del Liverpool. Derby di FA Cup e il difensore più pagato al mondo entra subito nelle grazie dei suoi tifosi con una rete che vale la qualificazione. Da allora però l’ex Southampton è tornato in campo solo altre due volte ed entrambe le occasioni hanno portato a una sconfitta dei Reds. Spostandoci in Bundesliga, oltre a Batshuayi, l’unico acquisto di gennaio che ha dato spunti e speranze al nuovo club è stato Marko Pjaca, volato allo Schalke 04 per ritrovare la condizione fisica dopo l’infortunio e pieno di voglia fin dalla prima amichevole. Nei 111 minuti giocati è anche andato a segno, ma al momento non è riuscito a regalare vittorie ai suoi. In Liga i tifosi del Barcellona sono in attesa di vedere al Camp Nou le giocate di Coutinho e la solidità difensiva di Yerri Mina. Nell’attesa sono quelli dell’Atletico Madrid a sfregarsi le mani ed esultare per le gesta di Diego Costa. Dal suo ritorno con la maglia dei Colchoneros l’attaccante naturalizzato spagnolo ha messo a segno 3 gol e 2 assist.

Due volte Walcott

Il timbro di Pjaca

Diego Costa-mania

Bologna e Crotone, le giuste mete invernali italiane

E in Italia? Nel ‘povero’ mercato che ha riguardato la Serie A sono stati i due calciatori che hanno dato gioco, voglia e punti ai propri club di appartenenza. Per entrambi si tratta di ritorni. Ci riferiamo a Blerim Dzemaili e Federico Ricci. Il centrocampista svizzero ha riabbracciato la sua Bologna con un gol al Benevento, uscendo tra i migliori anche nella trasferta del San Paolo di Napoli. Straordinario invece il secondo capitolo di Ricci a Crotone: tre partite e cinque punti, tra cui quello sul campo dell’Inter. In mezzo gol, assist e prestazioni sempre ben oltre la sufficienza. Oltre a loro due chi in Italia può sperare in un effetto benefico dal mercato di gennaio probabilmente sono solo i nerazzurri di Spalletti che hanno integrato la rosa dal punto di vista quantitativo, con Lisandro Lopez in difesa, e qualitativo, con l’acquisto di Rafinha.

Calciomercato, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI