user
19 luglio 2017

Calciomercato Inter, incontro per Schick: accordo con la Sampdoria

print-icon

La società nerazzurra ha incontrato i vertici della Sampdoria per provare a chiudere per il talento ceco classe 1996: c'è l'accordo con il club blucerchiato, manca invece ancora quello con gli agenti del giocatore. La trattativa resta legata alle condizioni fisiche dell'attaccante, ma Ferrero assicura: "Sta benissimo"

Calciomercato L'Originale, da lunedì 17 luglio alle 23 su Sky Sport 1 e Supercalcio

SCHICK-JUVE, AFFARE SALTATO: TUTTI I RETROSCENA

TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

 

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Dal bianconero solo sfiorato, alla maglia nerazzurra pronta da indossare nella prossima stagione: nuovo colpo di scena intorno al futuro di Patrik Schick. C'è stato nel pomeriggio di oggi un incontro a Milano tra i vertici dell’Inter e quelli della Sampdoria per provare a trovare un’intesa sul cartellino del ragazzo dopo il dietrofront della Juventus legato ai problemi del calciatore emersi dai test fisici: tra i due club è stato trovato l'accordo economico definitivo, manca ancora invece quello con gli agenti del ragazzo. Trovata l'intesa con la Samp, ora l'Inter, prima di definire l'operazione, dovrà attendere il completo recupero del ragazzo, che dovrà stare fermo per 30-40 giorni circa: l'operazione resta dunque legata all’evolversi delle condizioni di Schick, che verrà sottoposto a nuovi accertamenti dopo il periodo di riposo. Uno scatto importante e con ogni probabilità decisivo, comunque, quello dell’Inter, con Sabatini da tempo grande estimatore del talento ceco, che adesso potrebbe vedere il suo futuro colorato di nerazzurro.  

Ferrero: "Schick sta benissimo"

A parlare dopo l'incontro tra Inter e Sampdoria è stato Massimo Ferrero, presidente del club blucerchiato, che ha in qualche modo confermato una trattativa che, come detto, è già in dirittura d'arrivo. Il patron della Samp ha anche sottolineato l'assoluta salute fisica dell'attaccante ceco, prima causa del dietrofront della Juventus: "Come sta Schick? Sta benissimo. E l'Inter sta meglio di lui" ha ammesso Ferrero, accompagnato nell'occasione dell'incontro con i nerazzurri anche dal ds Pradè e dall'Avvocato Romei, suo braccio destro. 

Il retroscena bianconero: così la Juve ha provato a non perdere Schick

"Le Società Juventus FC e UC Sampdoria comunicano che é stato deciso, di comune accordo, di non perfezionare il trasferimento del giocatore Patrik Schick", poche righe di comunicato, quanto basta per mettere la parole fine sul trasferimento dell’attaccante ceco classe 1996 alla corte di Max Allegri. Una storia ormai nota: decisione che nasce dai test medici durante i quali la Juventus ha scoperto i problemi di Schick, poi le ulteriori visite mediche a Roma e la certezza che il calciatore dovrà osservare un periodo di riposo di 30-40 giorni per poi sottoporsi ad ulteriori controlli per capire quando potrà poi tornare in campo. Un stop che non lasciava tranquilla la Juventus, che ha chiesto alla Sampdoria di cambiare la formula dell’operazione. E spunta un retroscena: per non far sfumare l’affare, infatti, la Juventus aveva proposto un prestito oneroso di circa 8 milioni con diritto di riscatto già fissato in base alle presenze, ma la Sampdoria non è stata d’accordo. E trasferimento di Schick in bianconero definitivamente tramontato. Con l'Inter che ne ha subito approfittato.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI