08 agosto 2017

Roma, Monchi: "Mahrez? Stiamo facendo di tutto". Defrel si presenta

print-icon
def

Il direttore sportivo giallorosso sulla trattativa per Mahrez: "Stiamo facendo di tutto, a queste cifre sarebbe l'acquisto più caro della storia della Roma. In ogni caso non avremo nulla da rimproverarci". Defrel: "Possiamo vincere lo scudetto, Di Francesco importante per me"

Altra presentazione in casa Roma: questa volta è il turno di Gregoire Defrel. Con l'attaccante francese ha parlato anche Monchi, che ha dato un aggiornamento sulla trattativa riguardante Mahrez: "Sono ottimista nella vita, per natura. La Roma sta facendo tutto il possibile per prendere il calciatore. Se la memoria non mi inganna, l'ultima offerta porterebbe la nostra società all'acquisto più caro della storia. Ci stiamo quindi impegnando, aspettiamo una risposta. Ma è vero che stiamo lavorando ad altre soluzioni. Lo sforzo della società è vicino al limite. Nel momento in cui troveremo un accordo, che sia con il Leicester o con un'altra società per un altro calciatore, non avremo nulla da rimproverarci perchè stiamo facendo veramente di tutto. L'offerta che abbiamo fatto è stata senza ragionare in termini di uscite, sono contento dello sforzo che la società sta facendo per prenderlo. Non credo che la società abbia fatto spesso offerte sopra i 30 milioni. Il giocatore ha espresso la sua volontà pubblicamente, ma è giusto che rispetti il suo club. Alla fine tutti si risolverà secondo la volontà del Leicester di cederlo o meno. Esterno entro il 20 agosto? Vorrei chiudere subito il discorso, domani è meglio di dopodomani. Il mio lavoro è quello di costruire la rosa il prima possibile". Su Strootman: "Non ho avuto alcun tipo di contatto. Siamo concentrati soltanto sul costruire definitivamente la squadra con l'arrivo di un esterno". Poi una battuta su Morgan De Sanctis: "Credo che la società abbia fatto un acquisto magnifico anche se è un impiegato e non un giocatore. Morgan è una persona intelligente, sono molto contento perché va a rinforzare molto il concetto di gruppo ho nella testa". Infine, su Totti: "Fa strano vedere Totti non vestito da calciatore, però per me è emozionante il fatto di poter lavorare a breve a fianco di Francesco Totti. Spero sia pronto a rimanere qui in maniera definitiva. Ci parlo spesso perché è vuole saprere come sta la squadra. Un acquisto magnifico per la squadra, sebbene non da calciatore".

"Di Francesco importante per me, possiamo vincere lo scudetto"

Queste, invece, le parole di Defrel: "Di Francesco è stato molto importante perché mi ha insegnato tanto. Mi ha cambiato ruolo, mi ha trasformato più in una punta. In questi due anni ha Sassuolo sono migliorato tanto. Qui sarà diverso rispetto a Sassuolo ma la Roma ha una piazza e una tifoseria bellissima. Possiamo puntare allo scudetto con questa squadra. Sarò in ballottaggio con Dzeko, ma se dovesse arrivare un altro attaccante sarebbe importante. Edin è un grande attaccante, forte fisicamente e davanti alla porta non sbaglia mai. Mi piace molto, in allenamento lo studio un po'. Io ho altre caratteristiche, però cerco di imitarlo. Da due anni faccio la punta, ma al Cesena ho giocato anche esterno. Conosco il ruolo, l'ho fatto anche da quando sono qui con la Juve e il Tottenham e mi sono trovato bene. La trattativa? Potevo venire già a gennaio, poi decisi di restare a Sassuolo con la volontà di trasferirmi in estate. Avevo anche altre offerte, ma in testa avevo soltanto la Roma". Sulla Champions League: "Sarà una cosa nuova per me. È la coppa più importante che c'è. Sono pronto, carico, e se lavoriamo bene potrò fare bene anche in Champions League".