13 gennaio 2018

Calciomercato, il punto sulle trattative del Milan: occhi su Maroni e Lincoln. Gomez in uscita

print-icon

Un gennaio 'tranquillo' per i rossoneri dopo i fuochi d'artificio della scorsa sessione: l'obiettivo della società è quello di valorizzare gli acquisti estivi che per diversi motivi non hanno reso secondo le aspettative. Occhi sui giovani Maroni e Lincoln, piacciono Baselli e Jankto. In partenza Gustavo Gomez e Paletta

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE

Una rivoluzione iniziata la scorsa estate con un calciomercato faraonico: undici acquisti, oltre 200 milioni di euro spesi, l'inizio di una nuova era dopo l'epopea Berlusconi. Dai fuochi d'artificio in sede di trattative alle difficoltà sul campo, perchè nonostante i sontuosi investimenti e la massiccia campagna acquisti, la prima parte di stagione del Milan è stata decisamente complicata: il difficile inserimento di alcuni nuovi giocatori, le problematiche legate alla preparazione, il cambio di modulo in corsa (dal 4-3-3 al 3-5-2) che non ha portato i benefici sperati, l'esonero di Vincenzo Montella e la squadra affidata a Rino Gattuso, promosso dalla Primavera. Un cambio di guida tecnica (e il ritorno al 4-3-3) che almeno inizialmente non ha portato a benefici immediati, anche se gli ultimi risultati incoraggianti della squadra lasciano ben sperare in vista della seconda parte di stagione: il successo in Coppa Italia contro l'Inter grazie alla rete di Cutrone al minuto 104 dei tempi supplementari a regalare l'approdo alla semifinale della competizione, poi il pareggio in rimonta (primo punto conquistato in stagione da situazione di svantaggio) contro la Fiorentina al Franchi e il successo con il Crotone a San Siro (che era diventato un tabù) nella prima gara ufficiale del 2018 arrivato grazie alla rete di Leonardo Bonucci, uno dei grandi investimenti estivi della società.

Il mercato del Milan, le linee guida del gennaio rossonero

Nessun colpo a effetto, no alla cessione dei big: è la valorizzazione degli acquisti estivi il vero obiettivo della seconda parte di stagione del Milan. Salvo colpi di scena e/o occasioni dell'ultima ora, il calciomercato mercato rossonero di gennaio dovrebbe essere 'tranquillo'. Nessun affare di prima fascia in entrata, l'uscita di qualche esubero e magari qualche operazione da impostare adesso in vista di giugno. Una linea tracciata in maniera chiara dal ds Mirabelli: "Nel mercato mai dire mai, però noi non abbiamo nessunissima intenzione di intervenire in nessun modo in questo gruppo, quindi pensiamo solo ed esclusivamente a lavorare sui giocatori che abbiamo, a cercare di migliorarli. In uscita qualche movimento ci potrebbe essere, ma cose piccole. Questo gruppo di giocatori ha un valore importante a livello patrimoniale, più di quello acquisito, quindi abbiamo aumentato il valore patrimoniale di questi calciatori", le parole del dirigente rossonero.

Da Calhanoglu a Biglia passando per André Silva e Kessié: obiettivo valorizzare la campagna acquisti estiva

Spazzati via (dalla società prima e dai diretti interessati poi) i rumors relativi agli addii a gennaio di Leonardo Bonucci e Gigio Donnarumma, il mercato rossonero punta a valorizzare i giocatori arrivati in estate e che tanto hanno faticato nella prima parte di stagione: da Calhanoglu, spaesato nei suoi primi mesi italiani e rigenerato dalla cura Gattuso, a Kessié e Musacchio, passando per Bonucci, in netta ripresa nell'ultimo periodo, a Biglia e André Silva (le due più grandi delusioni di questa prima parte di stagione rossonera), fino a Nikola Kalinic. Senza dimenticare Conti: l'esterno arrivato in estate dall'Atalanta rientrerà a marzo dopo il brutto infortunio al ginocchio, un rinforzo fatto in casa per i rossoneri. Il compito affidato dalla società a Gattuso è chiaro: rigenerare quei giocatori che non hanno reso secondo le aspettative.

Di Marzio: Milan su Lincoln e Maroni

Tutti i nomi del calciomercato del Milan

Maroni e Lincoln: due giovani sudamericani nel mirino dei rossoneri

"Vacanza? Magari, no. Diciamo che si lavora sempre, ma su cose diverse. L'aggiornamento resta un fattore continuo, nel fine settimana ad esempio sarò in Germania per assistere ad alcune partite", ha ammesso Mirabelli, sempre molto attento ai talenti in giro per il mondo. Parole a cui seguono i fatti: perchè il calciomercato di gennaio del Milan è proiettato al…futuro: dopo una riunione tra il ds rossonero e il capo scout Luxoro, è emersa la volontà di tenere sotto strettissima osservazione due giovani sudamericani, Gonzalo Maroni e Lincoln. Il primo è una mezz'ala di qualità, classe '99 in forza al Boca Juniors, mentre il secondo è un attaccante del 2000, molto forte fisicamente (segna diversi gol di testa e ha già debuttato nelle selezioni giovanili brasiliane), di proprietà del Flamengo. Obiettivo del Milan è quello di provare a bloccare/opzionare i due giocatori per portarsi avanti e anticipare così la concorrenza.

Mercato Milan, occhi su Baselli e Jankto. Nessuna apertura al ritorno di Deulofeu

Un mercato di gennaio fatto di contatti, colloqui, viaggi, relazioni degli osservatori e tante idee: tra queste, due in particolare stuzzicano i desideri rossoneri e riguardano entrambe il centrocampo. Il Milan infatti monitora con attenzione i profili di Baselli del Torino e Jakub Jankto dell'Udinese: piste difficilmente percorribili a gennaio, discorso diverso invece per giugno quando il club rossonero potrebbe decidere di affondare il colpo. Chi invece non indosserà nuovamente la maglia del Milan è Gerard Deulofeu: l'agente del calciatore, arrivato in Italia per incontrare il Napoli, ha dato priorità alla società rossonera (squadra nella quale il calciatore ha militato negli ultimi sei mesi della scorsa stagione) ma da parte di Mirabelli e Fassone non è arrivato nessun segnale di apertura in quanto il calciatore del Barcellona non rientra nei piani di Gattuso.

Gustavo Gomez verso l'addio. In partenza anche José Mauri e Paletta

Tre nomi quasi mai utilizzati in questa prima parte di stagione e che potrebbero presto lasciare il Milan: parliamo di Gustavo Gomez, José Mauri e Paletta. Per quanto riguarda il difensore paraguaiano è in corso una trattativa serrata con il Boca Juniors: prestito oneroso e diritto di riscatto fissato a 5 milioni di dollari, questa la proposta del club argentino che però non soddisfa ancora del tutto il Milan. Per far partire Gustavo Gomez, infatti i rossoneri pretendono o la cessione a titolo definitivo oppure un prestito con obbligo di riscatto a un determinato numero di presenze: entro lunedì la decisione finale. Valigia in mano anche per Gabriel Paletta: nonostante la stima di Gattuso, infatti, il difensore non riesce a trovare spazio,  su di lui c'è da tempo il Sassuolo. Altro giocatore pronto a salutare Milanello è José Mauri: resta da capire se per il centrocampista ci sarà una nuova esperienza in prestito o una cessione a titolo definitivo. Incedibile invece, come ribadito anche dalla società, André Silva: il portoghese, ancora a secco in campionato, non sta brillando ma la società continuare a credere nelle sue qualità tanto da non prendere in considerazione le offerte arrivate fino a questo momento.

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

Addio a Franco Costa, raccontò Juve e Toro

Ibra e l'immenso tattoo che ricopre la schiena

Marani: Inter cotta, Napoli cattivo verso scudetto

Maxi rissa in Bologna-Trento, 3 giornate a Gentile

Troppi insulti, Santon chiude profilo Instagram

Stephanie McMahon: "Buon compleanno, Raw"

Pirlo torna alla Juve, ma è il figlio Nicolò

Chelsea-Roma, nuovo contatto per Dzeko e Emerson

Inter, terminate le visite mediche di Rafinha

Dopo il VAR, nella boxe ecco il... BAR

Kepa rinnova: clausola 80 mln. Real su Alisson?

I PIU' VISTI DI OGGI