user
23 aprile 2018

Calciomercato Inter, il ds Ausilio: "Spalletti e Icardi il nostro futuro. Mercato? Partirà qualche giovane"

print-icon

Il ds nerazzurro a Radio anch'io sport: "Spalletti e Icardi sono due punti fermi del presente e del futuro. Cancelo? Valutazioni solo economiche. Cedere un big per il Fair Play Finanziario? Partirà qualche giovane. Vogliamo la Champions"

SERIE A: CLASSIFICA E RISULTATI

CLICCA QUI PER RIVIVERE CHIEVO-INTER

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Un messaggio chiaro che riguarda il presente, ma soprattutto il futuro nerazzurro. "La Champions non è fondamentale per i rinnovi di Icardi e Perisic. Ogni tanto bisogna precisare delle cose che per noi sono chiare e già decise: Spalletti è il nostro presente e con lui vorremmo costruire un futuro ben più lungo di quello che il contratto prevede. Lo stesso vale per Icardi, che di anni di contratto ne ha ancora tre: con questo ragazzo abbiamo già fatto tre rinnovi, ci siederemo per trovare una soluzione. E' giusto dare meriti e riconoscimenti a un ragazzo che tutti gli anni ormai non ci meraviglia più per la prestazioni che offre. Sono due punti fermi del presente e del futuro", parola di Piero Ausilio. Il ds dell'Inter, intervistato da Radio anch'io sport ha affrontato diversi temi, iniziando dal successo nerazzurro sul Chievo: "Si deve sudare e far fatica tutte le domeniche e su tutti i campi, non ho mai visto partite semplici, specie quando vai a giocare in quei posti dove ci si gioca la salvezza, l'Europa League o la Champions. Abbiamo fatto una buonissima partita, tranne gli ultimi 5 minuti che sono stati di sofferenza. Icardi e Perisic ancora decisivi? Sono attaccanti e sono pagati per fare gol. Poi se i gol arrivano anche da centrocampisti e difensori bene, ma loro sono pagati per questo", ha aggiunto Ausilio.

"Mercato in uscita? Sacrificheremo qualche giovane. Cancelo? Valutazioni solo economiche"

Il ds dell'Inter ha poi fatto il punto sul mercato: "Cedere un big per il Fair Play Finanziario? È un problema che ci sarà sempre quello del Fair Play Finanziario, una cosa che andrebbe specificata è che bisogno fare 0 a 0 tra costi e ricavi. Io spero di farcela sacrificando qualche ragazzo giovane con la possibilità di ricomprarlo in futuro. L'anno scorso non abbiamo sacrificato nessun giocatore importante, ricorderete l'offerta dello United per Perisic. Asamoah? Di mercato ne parleremo dal 21 di maggio in poi, a maggior ragione di un giocatore che è della Juventus, anche se a fine contratto. Non abbiamo preso in esame l'ipotesi, vedremo più avanti", ha aggiunto Ausilio. Che ha parlato anche del futuro di Cancelo: "E' parte del nostro programma futuro, al momento del suo arrrivo ci siamo imposti attraverso un'opzione se decidere di riscattarlo. E' un giocatore cresciuto molto con il lavoro di Spalletti. Sta facendo bene, siamo strasoddisfatti, ma andranno fatte delle valutazioni economiche e non tecniche che potremo fare a campionato finito. Il ragazzo ha un contratto con noi, la decisione spetta all'Inter".

"Juve difficilmente sbaglia due gare consecutive, ma noi vogliamo la Champions"

Immancabile un pensiero sulla Juventus, prossima avversaria dell’Inter: "Se sarà decisiva questa sfida o quella con la Lazio per andare in Champions? Con la Juve perchè è la prima che arriva, ma io credo che le partite decisive saranno quattro. La Champions è il nostro obiettivo di inizio stagione, abbiamo migliorato di dieci punti rispetto all'anno scorso e ne abbiamo recuperati 20 alla Roma. La nostra è una stagione positiva, per renderla bellissima serve qualificarsi alla Champions. Ci aspettiamo una Juve forte come al solito. Difficilmente sbaglia due gare consecutive. Sono forti, solidi, ci aspettiamo una squadra determinata a dimostrare di poter vincere il campionato. L'Inter èperà  determinata, e cercherà di fare una grande partita come ha fatto semore con le big", ha concluso Ausilio.

GUARDA I GOL DELLA SERIE A

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI