Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
06 gennaio 2019

Godin all'Inter, Daniele Adani lo presenta: "Un vincente che rifiuta la sconfitta"

print-icon

Adani ha sintetizzato "El Flaco" Godin in tre punti: "Ha una leadership naturale, non è un caso diventare il capitano dell'Uruguay ed ereditare la fascia di Varela. Sa essere sia stopper che libero, elegante e duro. Infine rifiuta la sconfitta, aiuterà l'Inter ad avere una mentalità vincente"

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

GODIN ALL'INTER, TUTTO SUL "FLACO"

COLPO INTER: DIEGO GODIN A UN PASSO

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Godin all'Inter è il colpo di mercato di questi primi giorni. Esperienza, leadership, qualità tecniche, mentalità vincente: "Non è un caso se diventi capitano dell'Uruguay ed erediti la fascia di Obdulio Varela". Per chi non lo sapesse, Varela è stato "el capitan" dell'Uruguay ai Mondiali del 1950 vinti contro il Brasile. A 8 anni vendeva giornali, quando è morto nel 1996 il paese gli ha dedicato i funerali di stato. Per capire meglio di chi parliamo.

Godin ha già un accordo con i nerazzurri, l'ufficialità non è ancora arrivata ma l'intesa c'è, tant'è che Lele Adani - commentatore di Sky Sport e grande esperto di calcio sudamericano - ha voluto parlare di Godin a 360 gradi, sintetizzandolo in più punti. 

Leadership naturale

Così Adani su Sky Sport: "Per parlare di Godin, detto El Flaco, dobbiamo dire tre cose". Partiamo con la prima: "Sei diventi il capitano dell'Uruguay ed erediti la fascia di Varela vuol dire che hai una grande leadership naturale, da uomo e giocatore".

Caratteristiche tecniche

"Può essere sia uno stopper che un libero, si adatta a tutti i compagni che giocano al suo fianco. Gioca da libero quando accanto a lui c'è un giocatore che marca di più, ma quando c'è uno più elegante, come nel caso di Gonzalo Rodriguez ai tempi del Villarreal, lui sa essere il 'duro' della situazione. E' deciso, risoluto, un difensore moderno e intelligente, ma al tempo stesso elegante nella costruzione".

Non ama perdere

"Godin rifiuta la sconfitta. Ecco perché va nell'area di rigore avversaria in prima persona, nei momenti critici. Ha deciso tante sfide così. I Mondiali del 2014 (un suo gol eliminò l'Italia ndr), la Liga, anche una Champions League. Per poco non porta l'Atletico a vincere il trofeo. Le sue caratteristiche tecniche e umane aiuteranno l'Inter a lavorare di reparto, ma anche ad acquisire una mentalità vincente. Cosa innata per lui".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI