Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
20 gennaio 2019

Calciomercato Milan, le ultime notizie sulle trattative rossonere: l'arrivo di Piatek, l'addio di Higuain ma non solo

print-icon

Dopo l'arrivo di Paquetá, vicinissima alla fumata bianca l'operazione Piatek: sarà il polacco il sostituto di Higuain destinato al Chelsea. Da Carrasco a Diawara fino al rinnovo di Zapata e al giovane Tiago Djaló: tutte le trattative di calciomercato dei rossoneri

Fino al 31 gennaio tutte le sere su Sky Sport Football e Sky Sport 24 "Calciomercato l'Originale", con Bonan, Di Marzio e Fayna

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

L'arrivo di Lucas Paquetá, l'addio di Gonzalo Higuain in direzione Chelsea, la trattativa con il Genoa per Piatek e tanti altri movimenti per il presente e per il futuro: il Milan è sicuramente tra le squadre protagoniste di questo mercato di gennaio. Dopo aver definito nei mesi scorsi l'arrivo dal Flamengo di Paquetá per 35 milioni di euro più bonus (con il giocatore subito impiegato da Gattuso sia in Coppa Italia contro la Sampdoria che in Supercoppa contro la Juventus), i rossoneri si sono ritrovati a gestire il 'caso-Higuain': il Pipita lascerà Milanello durante questa sessione di trattative invernali per volare a Londra dove lo attende il Chelsea di Maurizio Sarri, mentre nell'attacco del Milan arriverà con ogni probabilità Krzysztof Piatek, polacco classe 1995 grande rivelazione della prima parte di campionato con la maglia del Genoa. Milan che inoltre è al lavoro per rinforzare altri reparti della rosa a disposizione di Gattuso: nelle idee di Leonardo e Maldini c'è la volontà di acquistare un esterno offensivo (Carrasco il nome in cima alla lista dei desideri) e un centrocampista (tentativo con il Napoli per Diawara). Iniziano a vedersi i primi frutti della gestione Moncada, nuovo capo dell'area scouting del club: Milan che ha chiuso per il giovane difensore classe 2000 Tiago Djaló, con il calciatore proveniente dallo Sporting Clube de Portugal soffiato a una nutrita concorrenza.

Higuain al Chelsea, Piatek al Milan

Un cambio al centro dell'attacco: via Higuain, dentro Piatek. E' questa al momento la doppia grande operazione del mercato di gennaio rossonero e non solo: perché l'addio al Milan del Pipita dopo solo sei mesi coinvolge anche il Chelsea, oltre che la Juventus. La situazione: la Juventus, club proprietaria del cartellino di Higuain, ha raggiunto un accordo con il Chelsea per il prestito fino al termine della stagione dell'argentino; accordo pronto a rinnovarsi obbligatoriamente al raggiungimento di determinate condizioni per ulteriori 12 mesi. Il tutto dopo il benestare del Milan, club che la scorsa estate prelevò Higuain dalla Juventus con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto. Il fratello-agente del Pipita è già in Europa per definire gli ultimi dettagli della trattativa con il Chelsea, mentre Gonzalo si allena regolarmente a Milanello in attesa del via libera definitivo in direzione Londra. Milan che per sostituire Higuain ha individuato in Krzysztof Piatek il profilo ideale. Trattativa con il Genoa arrivata alle battute finali, con l'accordo tra le due società raggiunto per un trasferimento del giocatore a titolo definitivo: valutazione del cartellino, 35 milioni di euro più bonus. Ultimi dettagli che verranno sistemati dopo lunedì, quando Genoa e Milan si sfideranno al Ferraris per la prima giornata del girone di ritorno di Serie A. Nell'operazione potrebbero rientrare anche Alen Halilovic, croato cercato anche dal Besiktas, e Andrea Bertolacci, anche se quest'ultimo non è ancora del tutto convinto. Eventuale pista alternativa a Piatek è quella che porta a Michy Batshuayi del Chelsea.

Da Carrasco a Diawara: gli altri movimenti rossoneri

Nonostante i tempi ristretti, difficilmente il calciomercato del Milan si fermerà all'arrivo di Piatek. I rossoneri infatti lavorano sempre per un nuovo esterno offensivo, capace all'occorrenza di essere impiegato anche come seconda punta. Il nome in cima alla lista dei desideri di Leonardo e Maldini è quello di Carrasco, belga classe 1993 di proprietà del Dalian Yifang: trattativa difficile sia perché il club cinese non sembra intenzionato a privarsi del giocatore in prestito con diritto di riscatto, sia per l'ingaggio alto percepito dal calciatore che comunque ha già fatto sapere di gradire l'eventuale destinazione rossonera. Strada in salita, ma il Milan continua a lavorare per provare a portare il giocatore a Milanello. Capitolo centrocampista: tentativo con il Napoli per Amadou Diawara, ma la società azzurra ha rifiutato la proposta di prestito con diritto di riscatto presentata dai rossoneri. In difesa invece c'è stato un primo incontro con l'agente di Zapata, difensore in scadenza a giugno: nessun accordo ancora raggiunto, ma il Milan ha fatto sapere di voler prolungare l'intesa con il colombiano. In uscita, invece, sembra tramontata la pista Calhanoglu-Lipsia dopo le parole dell'allenatore del club tedesco che ha ammesso che l'operazione è impossibile per via dei costi troppo alti.

Arriva il giovane Tiago Djaló

Lazio, United e Manchester City lo hanno cercato con insistenza nelle settimane scorse con l'obiettivo di acquistarlo a parametro zero a giugno: nel futuro di Tiago Djaló, difensore centrale classe 2000, ci sarà il Milan. La società rossonera ha raggiunto un accordo con lo Sporting Clube de Portugal per assicurarsi fin da subito il ragazzo, considerato come un profilo dal grande avvenire: il portoghese arriverà in Italia nella giornata di lunedì per sostenere le visite mediche e poi firmare il contratto con il Milan. Singolare retroscena: nell'accordo tra i due club è stata inserita una clausola che vieta ai rossoneri di rivendere in futuro il giocatore a Benfica e Porto, grandi rivali dello Sporting.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI