user
15 gennaio 2018

Calciomercato Bari, presentati Oikonomou ed Empereur: "L'obiettivo è vincere"

print-icon
Marios Oikonomou e Alan Empereur - Bari

Marios Oikonomou e Alan Empereur, nuovi giocatori del Bari

Due nuovi difensori per Fabio Grosso. Il greco ex Spal: "Qui staff molto preparato, sono rimasto impressionato. La squadra è forte, l'obiettivo è vincere". L'ex Foggia: "Il mio tempo in rossonero era finito, ora sto meglio e voglio essere a disposizione il prima possibile"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Il Bari è pronto a ricominciare la sua corsa alla Serie A. In questo 2018 lo farà con due nuovi volti in rosa, arrivati entrambi per rinforzare un reparto difensivo spesso traballante nel girone di andata: Marios Oikonomou e Alan Empereur. A prendere per primo parola nella conferenza stampa di presentazione è stato il greco, reduce dalla poco positiva esperienza a Ferrara con la SPAL: “Avevo alcune richieste dall’Italia e dall’estero - ha raccontato - il direttore Sogliano mi ha convinto e sono convinto di aver fatto la scelta giusta. Difesa a tre o a quattro? Non c'è alcuna differenza, il difensore moderno deve sapersi adattare. A Bari ho trovato uno staff molto preparato, maniacale ogni dettaglio. Mi hanno impressionatole qualità tecniche e umani del gruppo. Ho trovato interpreti molto bravi con un unico obiettivo: vincere”. Sull'accoglienza dei tifosi biancorossi, il difensore spiega e ricorda: "Non mi era mai capitato di ricevere un’accoglienza così affettuosa da parte dei tifosi. Quando ero a Bologna, rimasi sorpreso. Mi aspettavo la bolgia al San Nicola ma non al Dall’Ara. Entrai in campo per il riscaldamento e notai la presenza massiccia di sostenitori. Erano rumorosissimi”.

Empereur: "Il mio tempo a Foggia era finito"

In conferenza stampa anche Empereur, arrivato a Bari nella trattativa che ha portato Denis Tonucci a Foggia. Il difensore brasiliano ha sottolineato la voglia di riscatto dopo cinque mesi difficili: “Ho avuto poco spazio - ha esordito - Probabilmente era finito il mio tempo a Foggia. Ho vissuto bei momenti in rossonero, auguro il meglio alla mia ex squadra ma il presente è Bari”. Una stoccata anche al suo ex club: “Sono partito titolare ma i guai fisici mi hanno condizionato - ha spiegato - Probabilmente sono stato anche curato male. Una volta tornato a disposizione, ho avuto poche chance. Ora sto meglio, negli allenamenti dovrò recuperare il giusto ritmo per essere a disposizione del mister". E a proposito di Grosso: “Con lui è nato già un bel feeling, come con il resto del gruppo”. Una battuta finale sul derby di due mesi fa: “Entrai a dieci minuti dalla fine ed ebbi una ricaduta. Fu una partita davvero intensa, e la coreografia della Curva Nord fu da brividi”.

Speciale calciomercato 2018: tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI