Nibali rassicura i tifosi su Facebook: "Intervento ok". Tra una settimana tornerà in bici

Ciclismo
nibali

In un video pubblicato sulla propria pagina Facebook, il siciliano appare sereno e sorridente: "L'intervento è andato bene". Mercoledì le dimissioni dalla clinica, poi piscina, rulli e nel giro di una settimana il ritorno in sella con l'obiettivo Mondiale di Innsbruck

NIBALI, OPERAZIONE OK

NIBALI, MISTERIOSA CADUTA AL TOUR: FRATTURA DI UNA VERTEBRA E RITIRO

COSA PENSARE DELLA CADUTA DI NIBALI?

"L'intervento è andato bene". Così Vincenzo Nibali ha voluto rassicurare i suoi tifosi dopo essere stato sottoposto a chirurgia vertebroplastica percutanea bilaterale della decima vertebra toracica in seguito alla caduta sull'Alpe d'Huez nell'ultimo Tour de France. In un video pubblicato sul proprio profilo Facebook, lo Squalo ha anche mostrato la pallina di cemento che gli è stata iniettata per ricomporre la frattura: "Ecco il materiale che ho nella schiena - ha scherzato Vincenzo -. Mi sono svegliato e sto smaltendo l'anestesia, davo i numeri!". Nibali era in compagnia dei dottori, del massaggiatore Michele Pallini e della moglie Rachele. L’intervento è stato eseguito martedì mattina dal neurochirurgo Prof. Giovanni Broggi, coadiuvato dal dottor Levi, presso clinica “La Madonnina” di Milano. Il siciliano è parso visibilmente sereno e soddisfatto dell'intervento. Dopo le dimissioni nella giornata di mercoledì, comincia adesso la rincorsa al Mondiale di Innsbruck, in programma il prossimo 30 settembre: Vincenzo inizierà la riabilitazione con 2-3 giorni di piscina, poi rulli e tra una settimana il ritorno in bici, con l'obiettivo di essere al via della Vuelta il prossimo 25 agosto. Il giro spagnolo è infatti un crocevia necessario e fondamentale per arrivare in condizione al Mondiale austriaco. I tempi di recupero, come ammesso anche dal dottor Emilio Magni, responsabile sanitario del Team Bahrain Merida, non sono certi. Bisognerà dunque monitorare la situazione quotidianamente, per tentare di rincorrere l'obiettivo primario del 2018 di Nibali, che in questa stagione si è già imposto alla Milano-Sanremo e che ha visto sfumare la possibilità di lottare per il Tour alla 12esima tappa a causa di una tracolla di una macchina fotografica che l'ha fatto cadere sull'Alpe d'Huez, mentre era in scia con i migliori. 

Sindaco Alpe d'Huez: "Vincenzo, ammiro il suo coraggio"

Tra i tanti messaggi ricevuti, ce n'è uno speciale per Vincenzo Nibali. Il corridore messinese, ha ricevuto una lettera da parte del sindaco di Alpe d'Huez, luogo in cui lo Squalo è caduto e in cui ha visto frantumati i sogni di un bis al Tour. Nella lunga lettera Jean-Yves Noyrey, ha ringraziatol’italiano per aver raggiunto la cima nonostante la frattura alla vertebra: “La ammiro per il suo coraggio. Non vedo l’ora di rivederla per le strade di tutto il mondo. Con grande piacere ho assistito alla sua vittoria di tappa, a Bormio, lo scorso anno, dopo avere scalato lo Stelvio al Giro d'Italia. Voglio salutarla a nome del Comune di Huez e mostrare la nostra ammirazione per il suo coraggio e per avere concluso la tappa dell'Alpe d'Huez, nonostante i forti dolori. Deploro davvero la sua caduta e ancora più il suo ritiro, spero sinceramente di rivederla nuovamente affrontare le 21 curve dell'Alpe d'Huez. Le auguro una pronta guarigione e non vedo l'ora di vederla difendere i colori italiani sulle strade di tutto il mondo". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche