Giro Italia 2020: a Guerreiro la tappa di oggi, Almeida in maglia rosa. Classifica

GIRO D'ITALIA
©Getty
Ruben_Guerreiro_giro_2020_getty

Il portoghese Ruben Guerreiro si aggiudica il tappone appenninico San Salvo-Roccaraso (208 km, con un dislivello di oltre 4000 metri e 4 GPM). Secondo al traguardo Castroviejo, terzo Bjerg. Cambiano alcune posizioni in classifica, ma nessuno scossone, con Almeida sempre in maglia rosa e Vincenzo Nibali che nel finale perde 14" da Kelderman e Fuglsang, ma mantiene il 5° posto nella generale. Lunedì giornata di riposo

GIRO, 8 POSITIVI AL COVID: DIRETTA

 

Il portoghese Ruben Guerreiro (Ef Pro Cycling) si aggiudica il tappone appenninico San Salvo-Roccaraso (208 km, con un dislivello di oltre 4000 metri e 4 GPM), secondo Castroviejo, terzo Bjerg. Cambiano alcune posizioni nella classifica del Giro d'Italia, ma nessuno scossone, con Almeida sempre in maglia rosa e Vincenzo Nibali che nel finale perde 17" da Kelderman e Fuglsang, ma mantiene il 5° posto nella generale. Lunedì giornata di riposo.

 

La cronaca della 9^ tappa

La tappa si caratterizza subito con la fuga di 7 corridori, che ai -90 vengono raggiunti dal danese Mikkel Bjerg (UAE Emirates): sono il portoghese Ruben Guerreiro (Ef Pro Cycling), l'argentino Eduardo Sepulveda (Movistar), l'australiano Ben O'Connor (NTT Pro Cycling), lo spagnolo Jonathan Castroviejo (Ineos Grenadiers), lo statunitense Larry Warbasse (AG2R La Mondiale), lo svizzero Kilian Frankiny (Groupama-FDJ) e l'italiano Giovanni Visconti (Vini Zabù-Brado-KTM), grande protagonista. Il palermitano si aggiudica sia il GPM di Passo Lanciano (12,7 km al 6,9%, prima categoria) che il Passo di San Leonardo (13,8 km al 4,5%, seconda categoria) e si candida a nuova maglia azzurra. Ai 40 dall'arrivo - sotto una pioggia incessante - il vantaggio dei fuggitivi sul leader Joao Almeida (e su Vincenzo Nibali, affiancato dal fratello Antonio e dal compagno Giulio Ciccone) è di circa 4 minuti. Sulla salita del Bosco di Sant'Antonio (Gpm di seconda categoria) si staccano Sepulveda, O'Connor e Visconti. Il quintetto al comando scollina con un margine 3'40" sul gruppo maglia rosa e si prepara ad affrontare la salita finale di 9,6 km (GPM di 1^), con una media del 5,7%. Ai -6 Castroviejo spezza gli indugi, seguito soltanto da Guerreiro. La coppia si presenta all'ultimo chilometro (pendenza del 12%) con oltre due minuti di vantaggio sugli inseguitori e si gioca in volata la vittoria, con lo spunto decisivo del portoghese sul traguardo di Roccaraso. Nel finale Nibali perde 14" da Kelderman e Fuglsang, ma lo Squalo riesce a mantenere la 5^ posizione in classifica generale.

 

L'ordine d'arrivo

 

 

1) GUERREIRO Ruben (EF Pro Cycling)  5:41:20

2) CASTROVIEJO Jonathan (INEOS Grenadiers) 

3) BJERG Mikkel (UAE-Team Emirates)  +58"

La classifica generale

 

1 ALMEIDA João (Deceuninck Quick Step) 35:35:50

 

2 KELDERMAN Wilco (Team Sunweb) +30" 

 

3 BILBAO Pello (Bahrain – McLaren) + 39"

 

4 POZZOVIVO Domenico (NTT Pro Cycling) +53"

 

5 NIBALI Vincenzo (Trek – Segafredo) +57"

 

6 FUGLSANG Jakob (Astana Pro Team) +1'01"

 

7 VANHOUCKE Harm (Lotto Soudal) +1'02"

 

8 KONRAD Patrick (Bora Hansgrohe) +1'11''

 

9 HINDLEY Jai (Team Sunweb) +1'15"

 

10 MAJKA Rafal (Bora Hansgrohe)  +1'17"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche