Giro d'Italia: Fortunato vince la tappa del Monte Zoncolan, Bernal sempre più rosa

Alfredo Corallo

©LaPresse

Impresa del bolognese Lorenzo Fortunato, che vince sul Monte Zoncolan la 14^ tappa del Giro, partita da Cittadella. La maglia rosa resta sulle spalle di Bernal, che consolida la sua leadership con una prova di forza nel finale. Damiano Caruso mantiene la terza posizione in generale alle spalle del colombiano e di Simon Yates, giornata no per Nibali

GIRO, TUTTE LE TAPPE

 

Lorenzo Fortunato ha domato il "Mostro": il 25enne bolognese del Team Eolo-Kometa - al primo successo tra i professionisti - ha vinto sulla montagna infernale dopo una lunghissima fuga davanti allo sloveno Jan Tratnik e a un altro italiano, Alessandro Covi. Quarto al traguardo Egan Bernal, sempre più maglia rosa: negli ultimi metri della 14^ tappa - lunga 205 km e partita da Cittadella - il colombiano della Ineos si è preso di forza il duello con Simon Yates (ora secondo in generale) infliggendo oltre un minuto al russo Aleksandr Vlasov, 1'30" a Remco Evenepoel e 39" a Giulio Ciccone, mentre tiene coraggiosamente la terza posizione in graduatoria Damiano Caruso.  Giornata no per Vincenzo Nibali, che deve abbandonare definitivamente ogni ambizione di podio. Domenica lo sconfinamento in Slovenia, con "scalo" a Grado e ritorno a Gorizia

 

Giro sullo Zoncolan, il "Maracanà del ciclismo"

Mostro, ma anche Kaiser o "Concolan", come lo chiamano i friuliani: è stato il giorno di una delle vette più iconiche nella storia del Giro, nonostante la sua giovane età, "scoperta" dalla corsa rosa appena nel 2003, quando Gilberto Simoni battezzò il Balcone delle Alpi Carniche. Era il 22 maggio anche quel pomeriggio, ricordato per l'impresa del trentino e il canto del cigno di Marco Pantani, tornato finalmente a scorrazzare da Pirata navigato e 5° al traguardo. Gibo concesse il bis nel 2007, imitato da Ivan Basso nel 2010 (con un giovanissimo Nibali 8° dopo l'exploit sul Monte Grappa), Igor Anton nel 2011 (lo Squalo si piazzò 3°), Michael Rogers (2014) e nel 2018 da Chris Froome, trascinato da una torcida di 100mila tifosi, tra campanacci, fumogeni e chiome imparruccate a colorare uno stadio naturale, una sorta di "Maracanà del ciclismo". E ora questo ragazzo audace e dal cognome Fortunato, che ha varcato le porte dell'inferno per infiammare la spedizione dei mille paganti lassù a sfidare nebbia e neve per arrampicarsi sui sacri sentieri delle due ruote.

 

Fortunato: "La giornata più bella"

Lorenzo è arrivato in cima dopo una fuga di 160 chilometri e ha sferrato l'attacco decisivo sul tratto più aspro, dove le pendenze si fanno vertiginose, al 27% nello strappo conclusivo. "Non mi rendo ancora conto di cosa ho fatto - esulta Fortunato - sapevo di stare bene e per questo volevo andare in fuga stamattina. Il mio compagno di squadra Vincenzo Albanese ha lavorato tanto per me, devo ringraziarlo. Sapevo che gli ultimi 3 km erano i più duri, allora ho aspettato il finale per attaccare e poi dare tutto fino al traguardo. È la giornata più bella della mia carriera". 

L'ordine d'arrivo della 14^ tappa

1) FORTUNATO Lorenzo (EOLO-Kometa) 5h17'22"

2) TRATNIK Jan (Bahrain – Victorious) +26"

3) COVI Alessandro (UAE-Team Emirates) +59"

4) BERNAL Egan (INEOS Grenadiers) +1'43"

5) MOLLEMA Bauke (Trek – Segafredo +1'47"

6) YATES Simon (Team BikeExchange) +1'54"

7) BENNETT George Team Jumbo-Visma +2'10"

8) OLIVEIRA Nelson (Movistar Team) +2'18"

9) MARTÍNEZ Daniel (INEOS) +2'22"

10) CARUSO Damiano (Bahrain) st

 

La classifica generale

1) BERNAL Egan (INEOS Grenadiers) 58:h30'47"

2) YATES Simon (Team BikeExchange) +1'33"

3) CARUSO Damiano (Bahrain – Victorious) +1'51"

4) VLASOV Aleksandr (Astana) +1'57"

5) CARTHY Hugh (EF Education – Nippo) +2'11"

6) BUCHMANN Emanuel (BORA) +2'36"

7) CICCONE Giulio (Trek-Segafredo) +3'03"

8) EVENEPOEL Remco (Deceuninck-Quick Step) +3'52"

9) MARTÍNEZ Daniel Felipe (INEOS) +3'54"

10) BARDET Romain (Team DSM) +4'31"

1 nuovo post
È il momento della festa per il bolognese, trionfatore sulla salita più dura del Giro (foto Lapresse)
- di Redazione SkySport24
La gioia di Fortunato al traguardo (foto Lapresse)
- di Redazione SkySport24
Egan Bernal (foto Lapresse)
- di Redazione SkySport24
L'arrivo della maglia rosa Egan Bernal (foto Lapresse)
- di Redazione SkySport24
LA CLASSIFICA GENERALE
1) BERNAL Egan (INEOS Grenadiers) 58:h30'47"
2) YATES Simon (Team BikeExchange) +1'33"
3) CARUSO Damiano (Bahrain-Victorious) +1'51"
4) VLASOV Aleksandr (Astana) +1'57"
5) CARTHY Hugh (EF Education-Nippo) +2'11"
6) BUCHMANN Emanuel (BORA) +2'36"
7) CICCONE Giulio (Trek-Segafredo) +3'03"
8) EVENEPOEL Remco (Deceuninck-Quick Step) +3'52"
9) MARTÍNEZ Daniel Felipe (INEOS) +3'54"
10) BARDET Romain (Team DSM) +4'31"
- di Redazione SkySport24
L'arrivo di Lorenzo Fortunato sulla cima dello Zoncolan (foto Lapresse)
- di Redazione SkySport24
L'ORDINE D'ARRIVO
1) FORTUNATO Lorenzo (EOLO-Kometa) 5h17'22"
2) TRATNIK Jan (Bahrain – Victorious) +26"
3) COVI Alessandro (UAE-Team Emirates) +59"
4) BERNAL Egan (INEOS Grenadiers) +1'43"
5) MOLLEMA Bauke (Trek – Segafredo +1'47"
6) YATES Simon (Team BikeExchange) +1'54"
7) BENNETT George Team Jumbo-Visma +2'10"
8) OLIVEIRA Nelson (Movistar Team) +2'18"
9) MARTÍNEZ Daniel (INEOS) +2'22"
10) CARUSO Damiano (Bahrain) st
- di Redazione SkySport24
Yates è secondo in generale, Damiano Caruso mantiene la terza posizione.
- di Redazione SkySport24
Prova di forza del capitano della Ineos, che ha preso qualche secondo a Yates e oltre un minuto a Vlasov
- di Redazione SkySport24
Il colombiano è 4° al traguardo e consolida la maglia rosa.
- di Redazione SkySport24

Ultimi 200 metri per il colombiano!

- di Redazione SkySport24
Nel frattempo è partito Bernal, che stacca Yates! 
- di Redazione SkySport24
SULLO ZONCOLAN VINCE LORENZO FORTUNATO!!!
- di Redazione SkySport24
Fortunato vola verso la vittoria! 
- di Redazione SkySport24
Fortunato ora è solo al comando con qualche secondo su Tratnik, mancano soltanto 500 metri per il sogno dell'italiano!
- di Redazione SkySport24
Scatta intanto Simon Yates! Bernal non lo lascia scappare! 
- di Redazione SkySport24
Il distacco del gruppo è sceso già a tre minuti, ma la vittoria sarà un affare tra Fortunato e Tratnik.
- di Redazione SkySport24
LA SPEDIZIONE DEI MILLE (TIFOSI)
Nelle precedenti edizioni lo Zoncolan si era trasformato in uno "stadio naturale", con oltre 100mila persone assiepate sui prati a godere di uno spettacolo unico nel suo genere. Oggi sono soltanto in mille fortunati, per via delle restrizioni da Covid, che hanno letteralmente "bruciato" in pochi minuti i biglietti messi a disposizione online al prezzo di 10 euro: 850 pass per la salita a piedi (o in seggiovia) dal versante di Sutrio e 150 con la funivia da Ravascletto. 
- di Redazione SkySport24
Siamo sul tratto più duro dello Zoncolan, con il 27% di pendenza!
- di Redazione SkySport24
In testa la coppia Fortunato-Tratnik, che hanno un vantaggio di 53" su Bennett, Mollema, Covi e Oliveira.
- di Redazione SkySport24

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport