Consigli Fantacalcio: i "campo o panca" della 28^ giornata

Fantacalcio

Ogni giornata nasconde insidie, rischi e turnover ma ci sono anche i dati che ci aiutano a capire chi dovrà essere un titolare inamovibile della nostra fantasquadra. La nostra fantarubrica passa in rassegna 10 nomi equamente suddivisi tra campo e panchina

I CONSIGLI STATISTICI

GIOCA A SUPERSCUDETTO

CONSIGLI FANTACALCIO: CHI SCHIERARE PER LA 28^ GIORNATA

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 28^GIORNATA

Ultima giornata prima della pausa di campionato. Teoricamente le scelte dei vari allenatori non dovrebbero essere molto difficili. Chi deve rifiatare lo farà nella sosta (anche se per molti ci sono le qualificazioni a EURO 2020 da giocare); a molti verrà chiesto un ultimo sforzo prima del lungo riposo in vista dello sprint finale. Non è però automatico che tutto vada secondo le previsioni di formazione. Ci sono i soliti acciaccati e ci sono stati gli impegni di Coppa per Juventus, Inter e Napoli. Detto che la formazione scelta da Ancelotti, ci può dire abbastanza su quella che vedremo domenica, per l’Inter il discorso è un po’ più complicato.

In vista del Derby di Milano, anche ‘Campo o Panca’ dedica 4 nomi rossonerazzurri equamente divisi. Gare come Milan-Inter sono bellissime allo stadio o sul divano ma sono complicatissime a livello fantacalcistico. La stagione entra nella fase clou: nelle varie leghe private, qualcuno starà già pensando al prossimo campionato ma la maggior parte dei presidenti sta calcolando vittorie, pareggi e scontri diretti per poter ancora dire la sua sulla vittoria finale.

Ecco quindi una panoramica su chi mettere in campo e chi lasciare in panchina al fantacalcio. Prima del listone sono necessarie due premesse:

  • Giocatori come Piatek, Cristiano Ronaldo e gli altri bomber spesso non verranno citati in quanto sono quasi sempre da mettere. Saranno presenti nelle liste solo in caso di "panca" oppure come consigliati in un match particolarmente difficile.

  • Nelle varie motivazioni cercheremo di supportare la spiegazione e il consiglio anche con dati statistici sulla base di quanto una squadra crea e di quanto un’altra concede

 

CAMPO

Titolare della Settimana – Felipe Caicedo vs Parma

Con Ciro Immobile squalificato sarà lui a guidare l'attacco della squadra di Simone Inzaghi. Alle sue spalle ci sarà molto probabilmente Correa. I due, nel Derby di Roma ma non solo, hanno fatto vedere di avere un'ottima intesa. E nel recente passato, quando è stato chiamato in causa, Caicedo ha sempre timbrato il cartellino. Lazio che contro le squadre della parte destra della classifica (il Parma è 11mo) ha fatto registrare sin qui solo vittorie. In più, Gervinho e soci, continuano ad essere una delle squadre di Serie A che concede di più in trasferta in termini di tiri e occasioni da rete.

Francesco Caputo vs Frosinone

Il ritorno di Andreazzoli sulla panchina dell'Empoli potrebbe far felice la punta di Altamura che cerca con insistenza il ritorno al gol. A dirla tutta la media gol del bomber empolese non è calata dopo l'arrivo di Iachini ma nelle ultime gare lo 'score' di Caputo dice una rete (su rigore) negli ultimi 498 minuti passati in campo. Il 4-3-1-2 con un trequartista alle spalle delle punte dovrebbe esaltare maggiormente le sue caratteristiche tra ricerca della profondità e spaziature. Avere un rifinitore come Krunic significherebbe tornare a dialogare più spesso col giocatore che gli ha fornito più assist vincenti (3).

Filip Djuricic vs Sampdoria

Uno dei vari ex di giornata nella sfida che oppone la squadra di De Zerbi a quella di Giampaolo. Andersen e Colley sono due centrali che speso necessitano di un punto di riferimento e la nuova posizione di Djuricic da finto nove potrebbe mettere in difficioltà una squadra che fuori casa continua a concedere tanto. Non dovrebbe mancare lo spettacolo al Mapei Stadium e Djuricic ha dimostrato ultimamente di riuscire ad essere importante sia in fase di finalizzazione che in quella di costruzione. E anche Berardi sta beneficiando del suo impiego come punta centrale.

Matteo Politano vs Milan

Eccoci arrivati alla parte dedicata al Derby di Milano. Oggi grosse soprese per quel che riguarda gli attacchi delle due squadre ma ne parleremo a tempo debito. Il primo nome è nerazzurro ed è quello di Politano che da quando non c'è Mauro Icardi ha concentrato sempre più le conclusioni di squadra. Contro l'Eintracht ha speso tantissime energie ma il Derby è il Derby e lui è uno dei pochi che riesce a puntare e saltare l'uomo creando superiorità e velocizzando il gioco. In più è uno dei pochi interisti che prova la conclusione da varie posizioni del campo. Molti tiri passeranno per il suo piede.

Suso vs Inter

Il pericolo numero uno per la difesa nerazzurra sarà ovvimente rappresentato da Kris Piatek che dovrà essere molto bravo a cercare gli spazi giusti all'interno della retroguardia nerazzurra. Con il polacco guardato a vista c'è la possibilità per gli esterni di cercare maggiormente l'1 contro 1 magari rientrando sul piede buono e provando la conclusione con maggior continuità. L'Inter di Spalletti bada molto a non concedere troppi tiri da dentro l'area di rigore (caratteristica che l'allenatore toscano si porta dietro oramai da anni) lasciando invece più 'libertà' a quelli che ci vogliono provare da fuori. Il ragionamento che sta dietro a questa strategia è abbastanza semplice: da lontano è più difficile trovare il pertugio giusto ma Suso ha capacità balistiche non indifferenti e una partita che può presentarsi come nervosa e bloccata può essere risoltà anche da una giocata (perchè no anche su punizione).

PANCA

Panchinaro della settimana –  Kevin Lasagna vs Napoli

Reduce dalla rete a Torino contro la Juve, Lasagna spera di non fermarsi e di arricchire il proprio bottino personale anche con un gol in casa della seconda in classifica. Udinese che però fuori casa continua a fare tanta fatica. In ben due delle ultime 4 trasferte la squadra di Nicola non è riuscita neppure a centrare lo specchio della porta. Dall'altra parte il Napoli, nelle ultime 6 gare di campionato ha concesso in media agli avversari meno di 2 tiri in porta. Insomma: sulla carta si prospetta una partita nella quale l'Udinese si troverà in difficioltà persino ad inquadrare lo specchio. Se avete di meglio in rosa (quanto ad accoppiamento attaccante-partita), scegliete altrove.

Rodrigo Palacio vs Torino

Senza Santander e con Mattia Destro a mezzo servizio pare scontato l'impiego dell'argentino come prima punta atipica. Mihajlovic chiederà velocità e inserimenti soprattutto dei tre trequartisti che agitranno alle spalle di Palacio ma di fronte c'è una delle migliori difese del momento (e non solo). Il record di Sirigu si è fermato a 599 minuti ma per ora continua l'imbattibilità interna e il Torino in questa stagione ha già collezionato 6 clena sheet nelle gare interne mentre il Bologna 'vanta' 5 gare esterne senza essere risucita a trovare la rete.

Andrea Pinamonti vs Empoli

Sfida molto delicata al 'Castellani'. Un'eventuale sconfitta del Frosinone sarebbe quasi decisiva in ottica retrocessione. L'Empoli dal canto suo ha sempre concesso abbastanza, anche in casa, ai propri avversari ma il Frosinone è la squadra di Serie A con il più basso dato di xG in trasferta. Si badi bene: non con l'attacco peggiore ma con il dato sulle reti 'attese' in base alla pericolosità di tiri e azioni. Nessuna occasione creata per i compagni da parte di Pinamonti nelle ultime 4 gare e solo due conclusioni nello specchio. Contro l'Empoli servirà maggior incisività ma il ritorno di Andreazzoli modificherà anche una linea difensiva che nelle intenzioni dell'allenatore punterà a concedere poche occasioni da gol.

Lautaro Martinez vs Milan

Ed eccoci arrivati a due illusti 'panca' di questa settimana. Dovendo pronunciarci sui due attacchi di Milan e Inter, i nomi da prendere in esame sono sostanzialmente 6. In casa nerazzurra Lautaro Martinez ha fatto vedere buone cose da quando ha preso il posto di Icardi. Ultimamente l'argentino cerca di essere non solo finalizzatore ma molto altro. E' un'Inter che però tende ad attaccare sempre nello stesso modo senza variazioni sul tema e Martinez, in area, non è ancora letale come Icardi. Non che l'ex capitano tirasse o toccasse la palla più del suo vice ma il rapporto tiri in porta/gol era (e resta) di prima qualità. Il lavoro di Lautaro sarà importante molto più in fase di costruzione dato che la difesa del Milan, come noto, concede davvero poco.

Krzysztof Piatek vs Inter

Chiudiamo col 'botto'. Piatek in panca al fanta contro l'Inter? Il dubbio è legittimo visto che quasi ogni tiro del polacco finisce con una scivolata esultante e le mani che sparano... Come detto anche in precedenza però, il Derby è il Derby e la frase vale sotto vari punti di vista: Spalletti sa che oltre il 50% della produzione offensiva del Milan, soprattutto negli scontri diretti, passa per il giovane bomber e la priorità della difesa nerazzurra sarà francobollarlo con raddoppi sistematici. E' un Milan che (immaginiamo) allargherà il gioco per attirare raddoppi e lasciare spazio a Piatek ma se abbiamo detto che il gioco dell'Inter è diventato abbastanza prevedibile, il concetto vale anche per la manovra di costruzione dei rossoneri. E Spalletti difficilmente si troverà impreparato.

 

I più letti