Rosberg: "Mondiale 2017, ecco la mia griglia"

Formula 1

Nella conferenza stampa dei Laureus Awards, gli Oscar dello sport che saranno assegnati martedì a Montecarlo, il tedesco lancia il suo pronostico per il prossimo Mondiale: "Mercedes in pole, subito dopo la Red Bull. La Ferrari è dietro", questo il verdetto del campione del mondo in carica ritiratosi alla fine della scorsa stagione

La  Mercedes in pole per il titolo e la Red Bull principale minaccia,  mentre per la Ferrari "la strada è ancora lunga". E' la griglia di partenza del Mondiale 2017 di Formula 1 secondo Nico Rosberg. Il tedesco si è ritirato pochi giorni dopo avere coronato il suo sogno iridato e ora si appresta a vivere la sua prima stagione da  spettatore. La Mercedes ha puntato su Valtteri Bottas per sostituirlo, ma il finlandese dovrà fare i conti con la voglia di riscatto del suo nuovo  compagno di squadra Lewis Hamilton. Ed è proprio dalla nuova line-up e dalle ambizioni del team iridato che parte l'analisi di Rosberg, "padrone di casa" a Montecarlo in occasione dei Laureus World Sports Awards, la notte degli Oscar dello sport che andrà in scena domani.

"La Mercedes è un team incredibile, finora il migliore, e ha ottime possibilità di essere davanti anche il prossimo anno. Ma ora bisogna  ripartire da zero con la macchina per via delle nuove regole e nessuno può prevedere come andranno le cose, quindi sarà una stagione  interessante", dice in conferenza il tedesco, ambasciatore Laureus e in lizza per il premio come rivelazione dell'anno.

"Attenzione sempre a Newey" - "Tanti team avranno una grande opportunità con le nuove regole, a cominciare dalla Red Bull con Ricciardo e Verstappen. Non dimentichiamoci che il connubio fra Adrian Newey e le nuove regole è sempre stato incredibile, quindi sarà interessante vederli all'opera". E la Ferrari? Secondo Rosberg "è ancora lunga la strada" che dovrà fare la Rossa per tornare a vincere il Mondiale.

Bottas e un'eredità complicata - La sua eredità potrà essere subito raccolta da Bottas? Rosberg frena: "E' un pilota con un grande talento e la Mercedes gli darà un'ottima macchina, ma non sarà facile per lui in un nuovo team e con un compagno di squadra fortissimo come Lewis. Io comunque sarò neutrale, non rivelerò i segreti di Hamilton", dice abbozzando un sorriso. In ogni caso, Rosberg non si aspetta un dominio incontrastato della Mercedes.

"Vettel in Mercedes dopo la Ferrari? "Perché no?" - "Se fa un lavoro speciale con la nuova macchina non è detto che non possa tornare a vincere, ma secondo me in questo momento la Ferrari non è il miglior team in circolazione", dice a chiare lettere Rosberg, secondo il quale un futuro in Mercedes per Sebastian Vettel sarebbe la scelta più logica in caso di divorzio dalla Ferrari alla fine della  prossima stagione: "Mi sembra una cosa sensata per entrambi. Sebastian è uno dei migliori piloti in circolazione e il suo contratto sarà in  scadenza nel 2018, penso che sia una possibilità da esplorare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche