"Se son ros(s)e… fioriranno": verso il GP di Cina

Formula 1

Carlo Vanzini

cina_circuito_shanghai_lapresse

La Ferrari carica per la vittoria a Melbourne, l'attesa reazione di Mercedes e Red Bull, entrambe già sotto pressione dopo l'esordio in Australia: questi i temi del prossimo Gp sul circuito di Shanghai dove sono attese le prime risposte sul Mondiale

Ci siamo goduti l’inizio di stagione, come da un po' non avveniva. L’ultima vittoria Ferrari al GP d’apertura risale al 2010 con Alonso vincente in Bahrain e con una stagione straordinaria fino all’epilogo poi "funesto" per Alonso e la Rossa. L'ultima volta che la Ferrari ha vinto la prima in Australia risale al 2007, stagione chiusa con il Mondiale per Raikkonen. C’è da dire che quando la Ferrari ha vinto a Melbourne, a fine stagione è sempre arrivato il titolo costruttori e/o piloti. Incoraggiante e interessante per il racconto, ovviamente non determinante per l’epilogo di un Mondiale che ci gustiamo tappa per tappa.

Mercedes e Red Bull già a dura prova - L'Australia ci lascia con tanti punti di domanda e di conseguenza con tanti argomenti. La Cina ci può dare una risposta importante, soprattutto sulle curve a veloce percorrenza. Ferrari è vera gloria? Il passo corto (ottimo a Melbourne) è il passo giusto? Mercedes arrogante? Mercedes che ha sviluppato una macchina talmente forte da avere difficoltà di messa a punto? Sfugge il motivo per il quale non abbiano ribadito domenica il passo gara evidenziato il venerdì. Sicuramente di potenziale ne ha molto, ma con le difficoltà di messa a punto tipiche di un progetto spinto forse oltre anche alle loro capacità. La Cina è un ottimo test per capire dove è Mercedes.

Così come Red Bull. Aver usato componenti vecchi sulla Power Unit ha portato a conseguenze "devastanti", ma aspettiamoci la reazione tipica di un team che ha fatto sempre il massimo a stagione già avviata. Non dimentichiamo in tal senso la storia. Lo scorso anno, dopo un pessimo primo GP, in Cina la Red Bull si riscoprì forte andando a podio con Kvyat, poi ringraziato come sappiamo. E ci fu il primo episodio allora di irritazione di Vettel.

Una F1 che non aspetta più - Il primo Gran Premio della stagione, pur come detto essendo il primo e di conseguenza da valutare con moderazione, oltre a regalarci una sfida tanto attesa, quella tra Vettel e Hamilton, sette titoli in due, ha evidenziato un fattore, quello che questa F1 non aspetta chi ha più difficoltà.

GP DI CINA, TUTTI GLI ORARI DEL WEEKEND

Giovedì

  • CONFERENZA STAMPA (ore 9)
  • PIT WALK (ore 11)

Venerdì

  • FP1 (ore 4)
  • FP2 (ore 8)
  • CONFERENZA STAMPA TEAM PRINCIPAL (ore 10)
  • PADDOCK LIVE SHOW (ore 11)

Sabato

  • FP3 (ore 6)
  • QUALIFICHE (ore 9.00)

Domenica

  • PRE GARA (ore 6.25)
  • GARA (ore 08.00)
  • ULTIMO GIRO (ore 10.30)
  • RACE ANATOMY (ore 13)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche