Formula 2, Leclerc comanda dopo il Bahrain

Formula 1
SUT_Formula_Two_Ba_1472468__1_

La stagione 2017 della Formula 2 è cominciata con un weekend incandescente e non solo per le temperature del Bahrain. Tanti sorpassi e spettacolo sul circuito di Sakhir, con un pilota griffato Ferrari che vola in testa alla classifica: Charles Leclerc, al via con il team italiano Prema campione in carica

Della vecchia GP2 la rinata Formula 2 ha ereditato tutto, anche il divertimento in pista. Questa è la notizia più bella dopo la tappa di apertura nell’esotica Sakhir, che ha in Charles Leclerc l’uomo-copertina. Il monegasco, vincitore 2016 della GP3, ha dominato la qualifica del venerdì in notturna, è salito subito sul podio in gara 1 e ha poi sbalordito in gara 2 con pit-stop e rimonta-lampo per tornare in testa e conquistare il successo. La corsa del sabato, quella più lunga, aveva visto invece prevalere a sorpresa il russo Artem Markelov, bravissimo nella gestione dei pneumatici. I ragazzi italiani ci sono: grande Luca Ghiotto, secondo in gara 2, che grinta Antonio Fuoco. La fortuna in Bahrain non è stata dalla sua parte, ma le premesse sono incoraggianti.

Gara 1: vince Markelov a sorpresa

Sotto un sole cocente, Markelov ha stupito tutti aggiudicandosi la prima vittoria in palio nella stagione 2017: bravissimo al via (da settimo a terzo), il pilota Russian Time ha conservato in maniera ottimale le gomme Pirelli riuscendo a battere il poleman Leclerc e Norman Nato, che si erano contesi il comando sin dall’inizio. Tenendo un ritmo fuori portata per gli avversari, Markelov ha superato prima il rookie della Prema al giro numero 30, e al penultimo il francese della Arden. Trionfo a sorpresa quindi, e ciliegina sulla torta i due punti bonus per aver stampato il best lap. Come detto, Nato ha chiuso secondo davanti a Leclerc: un risultato comunque ottimo per il giovane pupillo Ferrari, terzo al debutto in Formula 2. Ai margini del podio il britannico Jordan King (MP Motorsport), che ha duellato con il connazionale Oliver Rowland (DAMS). In recupero Alex Albon, buon sesto, settimo il primo italiano Luca Ghiotto. A punti anche un combattivo Antonio Fuoco, nono: peccato per la penalità di tre posizioni in griglia ricevuta per aver rallentato lo stesso Markelov in qualifica, senza la quale poteva scattare dalla seconda casella dietro al compagno Leclerc. In prima fila ci è andato invece Nyck De Vries della Rapax, a lungo quarto ma poi in crisi per l’usura dei pneumatici: l’olandese ha terminato decimo.

1

Artem Markelov

Russian Time

32 giri

2

Norman Nato

Arden

+7.891

3

Charles Leclerc

Prema

+13.780

4

Jordan King

MP Motorsport

+17.478

5

Oliver Rowland

DAMS

+18.144

6

Alex Albon

ART

+19.744

7

Luca Ghiotto

Russian Time

+27.056

8

Nobuharu Matsushita

ART

+29.971

9

Antonio Fuoco

Prema

+30.950

10

Nyck De Vries

Rapax

+35.726

Gara 2: Leclerc da sballo, Ghiotto secondo

Leclerc era saldamente in testa a gara 2 quando al giro 15 è rientrato ai box per cambiare le gomme. Follia o rischio calcolato? Nella corsa della domenica solitamente si tira dritti fino al traguardo, ma il caldo del Bahrain ha spinto il muretto della Prema ad una mossa coraggiosa: tornato in pista quindicesimo, il talento monegasco con le Pirelli soft si è fatto largo fra gli avversari come una furia, recuperando secondi su secondi. Al penultimo passaggio l’attacco a Rowland, all’ultimo quello decisivo su Ghiotto per rimettersi davanti e prendersi la prima vittoria della carriera in F2. In maniera non certo convenzionale. Grande Ghiotto comunque, che ha dosato piede e maturità arrivando ad un passo dal successo, battendo ad armi pari il britannico della DAMS per la piazza d’onore. A seguire Latifi, King e De Vries con la Rapax, ottavo Markelov: anche il vincitore di gara 1 ha azzardato il pit-stop, ma anticipando forse un po’ troppo la sosta (fatta al decimo giro) non ha raccolto i frutti sperati. Subito ko Nato, toccato proprio da Rowland nella mischia delle prime curve. L’uscita del pilota Arden, pur senza grosse conseguenze, ha fatto intervenire però la safety-car. Che rammarico invece per Fuoco, protagonista di una prova tutto cuore: era in lotta per il podio, poi le gomme hanno ceduto e il giovane calabrese è scivolato fuori dalla zona punti. Ma si rifarà.

1

Charles Leclerc

Prema

23 giri

2

Luca Ghiotto

Russian Time

+1.569

3

Oliver Rowland

DAMS

+2.898

4

Nicholas Latifi

DAMS

+7.575

5

Jordan King

MP Motorsport

+9.962

6

Nyck De Vries

Rapax

+10.865

7

Alex Albon

ART

+11.382

8

Artem Markelov

Russian Time

+18.953

9

Johnny Cecotto

Rapax

+19.150

10

Antonio Fuoco

Prema

+19.983

Prossimo appuntamento: Barcellona

Archiviata la tappa inaugurale in Bahrain, la Formula 2 tornerà in azione tra meno di un mese in occasione del Gran Premio di Spagna dal 12 al 14 maggio. In pista ci sarà anche la GP3 per l’atto di apertura del campionato. Prove libere, qualifiche e gare sul circuito di Barcellona saranno trasmesse come sempre in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD (canale 207).

La situazione in campionato

1

Charles Leclerc

Prema

36

2

Artem Markelov

Russian Time

28

3

Oliver Rowland

DAMS

20

4

Luca Ghiotto

Russian Time

18

5

Norman Nato

Arden

18

6

Jordan King

MP Motorsport

18

7

Alex Albon

ART

10

8

Nicholas Latifi

DAMS

8

9

Nyck De Vries

Rapax

5

10

Nobuharu Matsushita

ART

4

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche