Indicente Singapore, Vettel: "Non so cosa sia successo"

Formula 1

I piloti della Ferrari commentano l'incidente al via del GP a Marina Bay. Il contatto Verstappen-Raikkonen ha coinvolto anche il poleman Vettel: gara chiusa dopo pochi minuti per i tre. Seb: "Cose brutte, ma capitano". Kimi: "Non so se Verstappen mi ha visto, chiedete a lui"

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

CLICCA QUI PER LA CRONACA DEL GP   - TEMPI E DISTACCHI LIVE

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE LIVE

"Non lo so cosa è successo. Ho visto   solo negli specchietti Max (Verstappen ndr) e ho visto all'improvviso   Kimi (Raikkonen ndr) che mi ha colpito sul fianco ma non so cosa sia   successo tra di loro". E' il commento a caldo del pilota della   Ferrari, Sebastian Vettel, riguardo all'incidente dopo la partenza del  Gp di Singapore che ha visto coinvolte le due Ferrari e la Red Bull  dell'olandese.

Un colpo sul fianco...

"Sono brutte cose che però capitano -prosegue il pilota tedesco a Sky Sport F1 HD -. Non ho molto da dire, credo di aver fatto una  partenza nella media poi ho visto Verstappen che si stava avvicinando un pochino, ho cercato di chiudergli un po' la porta poi, subito dopo,  ho sentito un colpo sul fianco ed è finita lì".

La versione di Kimi

"Non so se Max non mi ha visto o meno: bisognerebbe chiederlo a lui. Sono cose che capitano, anche se abbiamo pagato un prezzo troppo salato. E' un vero peccato che sia finita così, avevo fatto bene i primi 100 metri. Incidente di gara? Vediamo cosa diranno i commissari, anche se non cambierà più nulla a questo punto". Lo ha detto il ferrarista Kimi Raikkonen, commentando l'incidente.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche