Formula 1, GP Monaco: tutti i segreti e la regola del Principato

Formula 1

Mara Sangiorgio

Partire davanti e stare lontano dai guai è fondamentale. Lo è anche in altre piste ma ancor di più qui nelle "stradine" di Monte Carlo. Il GP di Monaco torna con la F1 sabato per le libere 3 e le qualifiche in diretta esclusiva su Sky Sport F1 (canale 207)

CLICCA PER  IL GP DI MONACO LIVE

Visto che il venerdì in macchina i piloti di Formula 1 non ci vanno, sono stati spettatori di quanto successo in partenza in Gara1 della Formula 2 tra Luca Ghiotto e Antonio Fuoco. Contatto e ritiro, almeno per il pilota Campos.

Dopo un giorno di pausa ma che poi nei box è lavoro febbrile sui dati, la curiosità è quella di sapere se davvero la Red Bull riuscirà ad avere la stessa forza dimostrata nelle libere anche in qualifica. La velocità e soprattutto l’agilità della RB14 tra muri e barriere sarà l’arma di Ricciardo e Verstappen. Gli obiettivi per entrambi sono la pole position e la prima fila, proprio per evitare guai, dettare il passo e provare a firmare una vittoria Red Bull che a Montecarlo manca dal 2012. Ferrari permettendo.

La Mercedes giovedì era molto lontana dalla performance confermata due settimane fa a Barcellona. E così la vera sfidante della Red Bull qui sembra essere la Rossa. Sarà più difficile per la Ferrari replicare la prima fila di dodici mesi fa, ma nemmeno impossibile. Vettel venerdì non era soddisfatto al 100% della sua SF71-H che scivolava ancora troppo, ma tranquillo e consapevole che rispetto ai suoi avversari ha lavorato con meno potenza e più sui dettagli. La pole position è alla portata. In Formula 2 alla fine a vincere è stato Markelov che partiva terzo. È la regola del Principato provare a partire davanti, ma non è certo tutto.

FORMULA 1: SCELTI PER TE