Formula 1, GP Canada, la delusione di Lewis Hamilton: "Peggio del previsto"

Formula 1

5° in Canada, Hamilton è stato scavalcato in cima al Mondiale da Vettel: "Avevo un problema al motore, ho rischiato di non finire la gara. Dobbiamo lavorare duramente se vogliamo battere la Ferrari". Bottas: "Era inutile pressare Seb, non avevamo il suo ritmo". Lunedì 11 giugno, alle 18.30 su Sky Sport F1 HD, lo Speciale 50 vittorie di Vettel

TUTTI I TEMPI E LA CLASSIFICA

Niente podio e niente più vetta del Mondiale: weekend decisamente amaro per Lewis Hamilton. Quinto nel GP del Canada, è costretto a cedere al dominatore della gara Sebastian Vettel anche la leadership della classifica piloti dopo sette GP. "Non sapevo cosa aspettarmi, ma di sicuro è andata peggio di quanto mi potessi immaginare" ammette il campione del mondo della Marcedes, "Avevo un problema legato alla potenza del motore, continuava a salire e scendere. Pensavo che mi sarei dobuto fermare per un guasto, invece almeno fortunatamente sono riuscito a terminare il Gran Premio". Sulla lotta al titolo: "Vettel ha solo un punto di vantaggio su di me, siamo vicini, ma la Ferrari sta facendo molto bene, dobbiamo lavorare a testa bassa cercando di migliorare per batterla". Il suo compagno di squadra, Valtteri Bottas, ha fatto meglio di lui chiudendo la gara al 2° posto davanti a Max Verstappen. "Speravo in una partenza migliore per lottare con Vettel, invece non ci sono riuscito, ma sono contento di avere lottato in modo duro e corretto con Verstappen proteggendo la seconda posizione", ha dichiarato Bottas. "Abbiamo provato a vincere, in ogni Gran Premio tutto può accadere, abbiamo cercato di mettergli pressione ma Seb ha sempre mantenuto il controllo della gara. Era semplicemente più veloce. Noi non avevamo il suo ritmo, ieri il gap era solo di 9 centesimi ma oggi era di un decimo a giro, e su 70 giri il distacco diventa ampio".

I più letti