Formula 1, highlights del GP del Canada e classifiche

Formula 1

Terza vittoria stagionale per Sebastian Vettel e per la Ferrari. Il tedesco si riprende la leadeship della classifica piloti al termine di una gara mai stata in discussione. Bottas e Verstappen hanno completato il podio. Difficoltà per Hamilton, ora a -1 punto da Seb. Riviviamo qui il meglio della gra a Montreal. Stasera, alle 18.00 su Sky Sport F1 HD, lo Speciale "Vettel - 50 vittorie"

TUTTI I TEMPI E LE CLASSIFICHE DEL MONDIALE

Magari non sarà stata una gara indimenticabile per episodi ed emozioni, ma la vittoria di Sebastian Vettelin Canada diventa un nuovo punto di partenza per una stagione che nel complesso, invece, emozionante lo è eccome. Quella del tedesco della Ferrari, senza mezzi termini, è stata un'impresa. Seb ha trionfato nel Gran Premio di Montreal, aggiudicandosi la terza vittoria della stagione - cinquantesima in carriera -  tornando in vetta al Mondiale scavalcando Lewis Hamilton. Sul podio anche Valtteri Bottas, secondo con la Mercedes, e Max Verstappen, terzo su Red Bull. "E' stato incredibile", ha detto a fine gara, "la mia 50^ vittoria conta fino a un certo punto, conta la vittoria della Ferrari che era tanto che non vinceva qui. Insomma, sono contento".

Così è andato il GP

Al primo giro, dopo una partenza che aveva visto Vettel scattare bene dalla pole tenendo dietro la Mercedes di Bottas, Hartley (Toro Rosso) e Stroll (Williams) sono entrati in collisione, distruggendo le rispettive vetture e obbligando la direzione corsa a congelare la gara. Dunque, subito la safety car. In testa, dietro a Vettel e Bottas, hanno mantenuto le posizioni della griglia Verstappen (Red Bull) e Hamilton (Mercedes), mentre Raikkonen è stato infilato da Ricciardo perdendo momentaneamente il quinto posto. La gara è ripresa regolarmente quarto giro. 

A metà gara

Vettel conserva saldamente il comando della gara dopo aver percorso 35 dei 70 giri previsti a Montreal. Il ferrarista ha un ritmo regolare, inseguito a tre/quattro secondi da Bottas. I due non si fermano per il pit stop, a differenza delle Red Bull di Verstappen e Ricciardo, che sono rispettivamente terzo e quarto. Raikkonen in questa fase ha cercato di guadagnare una posizione su Lewis Hamilton al pit, mancando l'obiettivo di un soffio. Hamilton, però, ha dei problemi: la sua Mercedes W09 perde potenza sin dal settimo giro. Il britannico, in evidente difficoltà, prova prima nuove regolazioni e poi durante la sosta vengono aperte nuove prese d'aria sulla monoposto per evitare il surriscaldamento.

Vettel primo al traguardo

Nella seconda parte della gara continua l'assolo di Vettel, che solo di rado vede ridursi di qualche decimo il distacco da Bottas. Verstappen riuncia all'assalto su Bottas, mentre con un po' più di apparente insistenza ci provano Hamilton su Ricciardo e Raikkonen sullo stesso Lewis. Entrambi, però, senza un esito positivo. La cosa più emozionante del finale, si fa per dire, è la gaffe della modella Winnie Harlow, che sventola  bandiera a scacchi con un giro d'anticipo. Quando il GP finisce davvero, comincia la grande festa Rossa.

Come cambia la classifica

Un punto può non sembrare granché, ma in questo momento della stagione ha invece un notevole peso. Vettel torna al comando della classifica piloti (121 punti), staccando di una lunghezzza, appunto, il rivale della Mercedes (120 pt). Da segnalare il balzo in avanti di Bottas (86), che si piazza terzo dopo il podio di Montreal. Scivola al quarto Ricciardo (84), mentre è quinto l'altro ferrarista Raikkonen (68 pt). Continua a sorprendere Leclerc, che con la sua Alfa-Sauber è entrato ancora una volta nella top ten ed è 14esimo a 10 punti. Non male per un rookie, confermando qunto di buono di è detto e visto di lui prima dell'esordio in F1.

FORMULA 1: SCELTI PER TE