Il Giappone dopo il passaggio del tifone Hagibis: il bilancio a Suzuka. VIDEO

Formula 1

Il tifone più potente dell'anno si è abbattuto sul Giappone ed ha raggiunto la zona a sud-ovest di Tokyo. Due vittime, ci sono feriti e alcuni dispersi. La tempesta ha solo sfiorato Suzuka, sede della gara di F1: situazione sotto controllo, ma per precauzione è stata annullata l'attività in pista per tutta la giornata di sabato; qualifiche spostate alle 3 italiane di domenica e non c'è rischio di annullamento della pole. Tempesta passata, restano raffiche di vento. A Katsuura registrata anche una scossa di terremoto di magnitudo 5.3

GP GIAPPONE, LA DIRETTA DELLA GARA

È di due morti il bilancio delle vittime del tifone Hagibis, il più devastante registrato in Giappone dall’inizio dell’anno. Restano tre le persone che risultano disperse. Come riportato dalle autorità locali, un uomo è stato travolto da una slavina a Tomioka-shi, cittadina nella prefettura di Gunma, nel Giappone centrale. Il livello preoccupante delle acque in seguito alle piogge torrenziali (nella regione del Tokai ha raggiunto i 1000 mm) ha portato le autorità a diffondere un avviso di evacuazione a 7 milioni di abitanti. L’allerta ha portato alla cancellazione del sabato di qualifiche del GP in programma a Suzuka: tutto slittato a domenica, con la corsa alla pole position che scatterà (salvo ulteriori emergenze) alle 3 italiane, con la gara confermata alle 7.10. La Jma, Agenzia meteorologica giapponese, ha diffuso il quinto grado di allarme (nella scala da 1 a 5) per prevenire il pericolo esterno di piogge torrenziali in diverse aree dell’arcipelago centro-orientale.

La situazione a Tokyo

"L'occhio del tifone - ha spiegato l'agenzia meteorologica nipponica - ha toccato terra poco prima delle 12 (ora italiana, ndr) nella penisola di Izu", a sudovest di Tokyo. Hagibis, che corre a una velocità di 30 km l'ora, è sospinto da venti che soffiano a più di 210 km l'ora. Alle 16 ora locale (le 7 in Italia, ndr), secondo la televisione pubblica Nhk, almeno 24mila abitazioni nell'area metropolitana di Tokyo risultavano senza corrente elettrica, con interruzioni che hanno interessato anche le prefetture di Chiba, a est della capitale, Shizuoka, Tochigi, Yamanashi, Ibaraki, Gunma, Saitama e Kanagawa. Gli ordini di evacuazione hanno riguardato 262mila residenti nelle stesse località, mentre gli avvisi precauzionali hanno coinvolto 5,15 milioni di persone in 13 prefetture del Giappone centro-orientale. Le autorità prevedono violente mareggiate nella piana del Kanto - dove è situata Tokyo - e nella regione del Tokai verso le tarda serata, quando il livello della marea dovrebbe raggiungere la massima altezza. Il video che segue arriva dalla capitale giapponese.

I danni e le raffiche di vento

Secondo le autorità le raffiche di vento hanno già provocato danni estesi a diverse abitazioni su un territorio che era stato precedentemente colpito dal tifone Faxai a inizio settembre. Il timore per le conseguenze del super tifone ha scatenato anche una corsa ai banconi ed agli scaffali dei supermarket. Di seguito un'immagine dalla città di Yokohama

La situazione a Suzuka

Il tifone non ha colpito con tutta la sua violenza Suzuka, dove tutto il sabato di Formula 1, come detto, è stato annullato. Venti fortissimi, però, si sono abbattuti su Ise, che è nella prefettura di Mie, a circa 80 km a sud di Suzuka (la foto successiva mostra le conseguenze della tempesta). "La situazione a Suzuka e dintorni è abbastanza tranquilla - riferisce la nostra inviata Mara Sangiorgio - Ma le raffiche di vento sono intense e ha piovuto intensamente questa notte". A Tokyo e nelle zone non lontane dalla metropoli la situazione è invece più grave: centinaia di voli e treni cancellati. Attorno alla pista di Suzuka, invece, è stato sempre tutto sotto controllo. "Il circuito era stato interdetto a tutti, addetti ai lavori compresi. Ma visto che la situazione non è così grave, c'è stata la possibilità di avvicinarsi per valutare la situazione". 

Programma al momento confermato

Il tifone ha dunque solo sfiorato l'area di Suzkuka e, stando alle previsioni meteo, tutto dovrebbe tornare nella normalità nella notte giapponese. Smetterà di piovere ma sarà presente vento domenica, ma con una situazione decisamente diversa da quella che si sta verificando queste ore". Questo il programma di domanica:

ORA ITALIANA    ATTIVITA'
02.00 F1 Car Cover Seals Removed
03.00 F1 Qualifiche
5.30 F1 Drivers' Parade
6.00 F1 Starting Grid Presentazione
6.30 F1 Apertura Pit Lane
6.54 Inno nazionale
7.10 Gran Premio (53 giri o 120 minuti)


Griglia: Libere 2 decisive se slitta anche la pole 

Se a causa del maltempo domenica mattina non dovessero svolgersi le qualifiche, la griglia sarà determinata dai tempi delle seconde prove libere. Al momento, però, questo pericolo sembra scongiurato. A Suzuka la tempesta ha solo sfiorato città e circuito, e domenica è previsto un meteo ben diverso. Potrebbero invece persistere raffiche di vento come conseguenza del passaggio della tempesta.

Scossa di terremoto

Oltre al tifone, la situazone in Giappone si è complicata a causa di una scossa di terremoto di magnitudo 5.3: erano le 11:21 italiane quando il sisma è stato registrato con epicentro nei pressi di Katsuura. La profondità stimata è stata di circa 59.45 Km.

I più letti