Mick Schumacher: "Non guiderò in Formula 1 nel 2020"

Formula 1

Schumi jr, ricevuto il premio 'Atleta del cuore', rivela il motivo per cui non salirà dalla F2: "Mi piacerebbe, ma non sarà possibilie nel prossimo anno"

GP BRASILE, LA CRONACA DELLE PROVE LIBERE

Ricevere premi, nella famiglia Schumacher, è un’abitudine consolidata. Dopo i successi della sorella Gina, è il turno del giovane Mick di ritirare un riconoscimento. Al 20enne, pilota come il padre Michael, è stato consegnato il premio ‘Sportler mit Herz’ (Atleta del cuore): "È un vero onore per me, non ci sono abituato. Ammetto di essere anche un po' nervoso”. Nel 2019 Mick è stato protagonista della sua prima annata in Formula 2: “Lo sport è tutto per me, mi trasmette forza. Quella appena trascorsa non è stata una stagione facile. Ma si cresce anche grazie alle battute d'arresto. Da queste ho imparato a non mollare mai".

"F1? Nessuna possibilità nel 2020"

Una stagione in Formula 2 a cui non seguirà il grande salto, almeno nel 2020: “In F1 l’anno prossimo? Se ci fosse la possibilità, la coglierei. Ma sfortunatamente, non mi sembra realistico salirci già l'anno prossimo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche