Formula 1, GP rinviati e cancellati per il coronavirus: organizzato un campionato virtuale

Formula 1

La Formula 1 ha organizzato un campionato virtuale dei Gran Premi che sono stati cancellati o posticipati. Possibili protagonisti i piloti ma anche ospiti d’eccezione. Il tutto per combattere la monotonia e invitare la gente a restare a casa

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Vi mancano le gare, i duelli ruota a ruota, le discussioni da bar del post Gran Premio e il tifo? Siamo sicuri che, come per tutti gli appassionati di motorsport e non solo, la risposta sia affermativa. Ed allora la Formula 1 prova a rimediare in qualche modo alle cancellazioni e allo slittamento del calendario inaugurando una serie di Gran Premi virtuali. Di cosa si tratta? È presto detto: una serie di piloti, i cui nomi non sono stati ancora svelati ufficialmente, si daranno battaglia virtuale giocando tutti insieme, ognuno in remoto da casa propria, a Formula 1 2019. Ogni evento si disputerà nella stessa data del Gran Premio cancellato o posticipato.

Si comincia questa domenica alle 9 di sera ora italiana con il GP del Bahrain che avrebbe dovuto disputarsi proprio in questo fine settimana. Un’ora e mezza tra qualifiche e gara con macchine tutte uguali nelle prestazioni, danni limitati alle monoposto, e qualche opzione di sicurezza per tutti coloro che sono meno esperti con simulatori e giochi di guida. Lunghezza fissata a 28 giri, la metà esatta del Gran Premio reale.

Lo scopo sarà divertirsi e far divertire chi è a casa che potrà seguire le gare sui canali Youtube e Facebook della Formula 1 e su altre piattaforme. Niente punti mondiali nè classifiche solo pura azione in pista, seppur virtuale. I nomi dei protagonisti non ci sono ancora ma siamo pronti a scommettere che non mancheranno i soliti Max Vertstappen e Lando Norris, tanto per citarne due, che oltre ad essere la nuova generazione di piloti arrembanti sono anche accaniti giocatori, ben noti al pubblico dei gamers. Ma non ci saranno solo loro: Formula 1 sta infatti provando a coinvolgere più piloti possibile e anche qualche ospite d’eccezione che verrà rivelato nei prossimi giorni. Nei fine settimana senza Gran Premi (virtuali) si terranno ugualmente delle competizioni di esports con appassionati di tutto il mondo che potranno sfidare al computer i piloti di Formula 1. Il conto alla rovescia per Gran Premio del Bahrain quindi è cominciato, almeno quello virtuale.

Per la Ferrari, a guidare da remoto, dalle rispettive abitazioni di San Pietroburgo e Linkoping, non saranno però i piloti di Esports della Ferrari, bensì due ragazzi della Ferrari Driver Academy che le piste sono abituati a calcarle per davvero: Robert Shwartzman, talento russo e campione in carica FIA Formula 3, e Dino Beganovic, stella svedese del kart classe 2004 che è entrato a far parte del programma Ferrari dedicato ai giovani piloti in questa stagione e debutterà in monoposto nel campionato italiano di Formula 4.

F1

FORMULA 1: SCELTI PER TE