Formula 1, GP d'Ungheria: tutte le statistiche dell'Hungaroring

Formula 1

Michele Merlino

Domenica è in programma il terzo appuntamento del Mondiale di Formula 1 a Budapest. L’Hungaroring è il primo circuito in cui Raikkonen corre per la 18^ volta: Kimi diventa 'maggiorenne'. Ecco tutte le statistiche del GP

GP UNGHERIA: LA DIRETTA DI LIBERE 3 E QUALIFICHE

Domenica si corre il GP d'Ungheria, terzo appuntamento del Mondiale 2020 di Formula 1. Ecco statistiche e curiosità della gara dell'Hungaroring. 

Quasi record

Non si può dire che Kimi Raikkonen diventi maggiorenne all’Hungaroring, in fondo la sua carriera è già più lunga dei canonici 18 anni che rappresentano la maggiore età: ha esordito nel 2001. Tuttavia Kimi sconta i due anni passati nel fango, non in senso metaforico, ma letterale: nel 2010 e 2011 si è dedicato ai rally, quindi la sua carriera in F.1, a fronte di una lunghezza di 19 anni, conta solo 17 stagioni complete. In questi 17 campionati, Kimi ha sempre corso all’Hungaroring e questa sarà la sua 18^ partecipazione qui. E’, come scritto nel titolo, quasi un record: solo Rubens Barrichello e Michael Schumacher hanno corso almeno 18 gare in un circuito, fissando l’asticella a 19. Il primo a riuscirci è stato Rubens: 19 GP qui all’Hungaroring, a Interlagos, a Montecarlo, a Monza e a Silverstone (record raggiunti nel 2011), seguito da Michael nel 2012: 19° GP in Catalunya e Suzuka.

Sempre Kimi

Raikkonen nei GP disputati qui ha stabilito il record di podi all’Hungaroring, nove, primato che Hamilton può eguagliare quest’anno, ed ha fatto registrare una prestazione singolare: nel 2017 è diventato il primo pilota ad essere classificato per sei volte in seconda posizione in un determinato GP. I suoi 9 podi qui infatti comprendono una sola vittoria nel 2005, 6 secondi posti e due terzi posti. Un decimo podio sarebbe un’impresa epocale per Raikkonen: finora nella storia della F.1, solo Schumacher è riuscito ad ottenere 10 o più podi in un circuito: 12 ad Imola, Catalunya e Montreal, 11 a Magny Cours, 10 a Interlagos. Kimi ha anche un altro record qui, quello dei giri veloci, quattro, che condivide con Michael Schumacher.

Schiacciasassi Hamilton

Se Raikkonen ha il record di podi e giri veloci in Ungheria, per le vittorie dobbiamo rivolgere la nostra attenzione al solito sospetto: Hamilton. Lewis l’anno scorso ha ottenuto qui il suo settimo successo, eguagliando il suo miglior personale, stabilito in precedenza a Montreal. L’Hungaroring diventa quindi il primo tracciato in cui può ottenere un’ottava vittoria e sarebbe, manco a dirlo, un’impresa storica, visto che in Formula 1, solo Michael Schumacher ha vinto 8 volte in un circuito, Magny Cours. In caso di vittoria, per Hamilton ci sarebbe un ulteriore primato: sarebbe il primo a vincere tre edizioni consecutive del GP d’Ungheria. Per finire, occhio alle qualifiche: Hamilton è a un solo passo dal record di pole del circuito, sette, appartenente a Michael Schumacher.

FORMULA 1: SCELTI PER TE