Formula 2, GP Ungheria: Luca Ghiotto vince la Sprint Race. Secondo Ilott, terzo Schumi Jr

FORMULA 2

Lucio Rizzica

Straordinaria vittoria di Ghiotto che senza mai fermarsi è andato fino in fondo alla sua gara con una sensibilità e una capacità di gestione delle gomme inimitabili. Secondo a soli 4 decimi Ilott. Terzo Mick Schumacher. Leader della classifica è sempre Schwartzman, con 81 punti. Il GP d'Ungheria di F1 in diretta su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

GP UNGHERIA, LA DIRETTA DELLA GARA

Luca Giotto strepitoso. Il pilota italiano fa sua la Sprint Race di Formula 2 all'Hungarorig in un finale da batticuore. C’è umidità nell’aria, ma non previsione a breve di pioggia, alla vigilia della sprint race di F2 all’Hungaroring. Al via Ilott scatta dalla prima piazzola, male Deletraz, prova invece ad approfittarne Ghiotto che dopo una breve scaramuccia iniziale fa sua la seconda posizione. Incognita gomme e affidabilità per tutti. Dopo un giro e mezzo Ticktum segnala problemi di potenza e dopo poco rallenta bruscamente: gara finita. Nel primo giro Ilott costruisce un vantaggio di 3”2 sul primo inseguitore, Ghiotto (che segna il giro veloce). Al quinto e sesto passaggio Ilott fa a sua volta due giri veloci e porta a 4” il proprio vantaggio. Mick Schumacher, intanto, scavalca Mazepin e fa suo il fastest lap su una pista che adesso va rapidamente asciugandosi. 

Il recupero e la gestione

Al decimo passaggio il vicentino recupera fino a -3”1 da Ilott, mentre alle loro spalle Deletraz è sotto attacco: lo passa Mick Schumacher, lo pressano Mazepin e Schwartzman ma il passo dello svizzero è molto alto e anche Alesi ricuce col gruppetto. A metà corsa (14/18) rientra Deletraz e anche i top 8 incominciano a considerare un eventuale cambio gomme. Al 17° giro rientra in pit Mick Schumacher, ma al cambio gomme perde tempo all’anteriore destro. Intanto Schwartzman piomba alle spalle di Mazepin e Ghiotto ricuce a -1”9 da Ilott, che rientra a cambiare le coperture. Dietro di lui rientra anche Schwartzman, ma entrambi i team faticano a fissare le rispettive anteriori sinistre. Pitta anche Mazepin. In pista Ilott e Schwartzman commettono  piccoli errori, difficile gestire gomme ancora non in temperatura su una pista che va asciugandosi. 

Le accelerate di Ghiotto

Luca Ghiotto trova il suo passo gara e costante gira tenendo alle sue spalle prima Alesi e poi Ilott fra i -24” e i -25”.  A quattro giri dal termine Ghiotto ha ancora 20” di vantaggio su Ilott, Mick Schumacher, Schwartzman, Mazepin nell’ordine. Ilott recupera 4” a giro, ma Ghiotto tiene il suo passo costante. A due giri dalla fine, senza fare il pit, Ghiotto ha su Ilott 8”3: quanto basta per un arrivo al fotofinish. Ultimo giro e Ilott è a -4”9 da Ghiotto. L’arrivo è uno sprint che Ghiotto domina gestendo allo spasimo e vincendo con 4 decimi appena di vantaggio su Ilott. Terzo e sul podio, come ieri Mick Schumacher. Quarto Schwartzman, poi Mazepin. Straordinaria vittoria di Luca Ghiotto che senza mai fermarsi è andato fino in fondo con una sensibilità e una capacità di gestione delle gomme inimitabili. Leader della classifica è sempre Schwartzman, con 81 punti, davanti ad Ilott che lo segue a -18.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche