Formula 1, Sainz a Sky: "Anno difficile ma speciale per firma con Ferrari". VIDEO

esclusiva

Carlos Sainz è stato protagonista dello speciale "Breaking Red", tra la sua ultima stagione in McLaren prima del passaggio alla Ferrari dal 2021. "Quello che sarà dal 2021 non mi toglie concentrazione, magari ci penso quando sono a casa. Con Leclerc ci spingeremo a vicenda per portare in alto la Rossa"

LA DIRETTA DELLE PROVE LIBERE IN TURCHIA

Il presente in McLaren e un futuro in Ferrari certo e sempre più vicino. Carlos Sainz è stato il protagonista di "Braking Red", l'intervista escluisva realizzata da Mara Sangiorgio per Sky Sport F1. 

Per cosa ricorderai questa stagione che ormai è agli sgoccioli?

"E' l'anno del contratto della Ferrari, l'anno in cui ho fatto un altro podio, poi Portimao. Per me è un anno speciale. Certo, è difficile dire in senso generale che sia stato un buon anno per tuttI e per tutto quello che sta succedendo. E' diverso, strano, complicato mantenere dei buoni ricordi".

 

La gara di Monza resta una grande occasione persa?

"Non più, ora la vedo come una chance avuta per farmi vedere un po' di più. Con la bandiera rossa era impossibile vincere.,ma Monza è uno dei più bei ricordi che conserverò nella mia vita".

E' una stagione difficile per te anche dal punto di vista della concentrazione e di quello che sarà in Ferrari?

"No, durante un giro di qualifica o in gara non penso a quello che sarà in Ferrrari. In Formula 1 non c'è tempo per pensare".

 

E a casa ci pensi?

"Un po' sì, sarebbe sciocco dire che non guardo quando sono a casa. Provo a vedere, a capire, ma non è una distrazione per quello che sto facendo ora"

 

Stiamo vedendo il miglior Carlos di sempre?

"Guardando i numeri no, ma se mi analizzo come pilota devo dire che sto guidando meglio degli altri anni. Ho fatto un altro passo in avanti"

 

In cosa vorresti migliorare ancora?

"Vorrei leggere meglio le gare, è molto importante per un pilota di F1. E' una cosa che ho già migliorato molto, ma ho ancora margine. Non c'è ancora stata una gara perfetta di gestione"

 

Chi arriva terzo nel Mondiale costruttori?

"Difficile, dico che McLaren è la miglior squadra. Io e Lando siamo molto vicini, abbiamo un buon pacchetto. Renault e Racing sono forse più veloci, ma dipende da tanti fattori e dagli sviluppi che porteremo nelle ultime gare". 

 

Che McLaren lascerai a Ricciardo?

"Non lo so, la macchina cambierà. Cambierà il motore e quindi il posteriore. E' una squadra in linea ascendente, che migliora sempre. Con Norris formerà una coppia molto forte"

 

Che coppia sarà Leclerc-Sainz?

"Fuori dalla pista abbiamo un bel rapporto, ci divertiamo Saremo due piloti che ci spingeremo l'un l'altro e vogliamo portare in alto la Ferrari".

 

Ti immagini a lottare per un podio con Alonso?

"Mi piace lottare con i migliori, Fernando lo è. Torna in Renault nel momento giusto e aumenta la media della qualità in pista". 

 

Ti sei sorpreso a vedere la Ferrari così indietro?

"E' stata una sorpresa per tutti, ma sappiamo la capacità che hanno a Maranello per lavorare e recuperare. C'è gente speciale, sono molto tranquillo. Anche sui social stanno sparendo i meme. Mi hanno fatto anche ridere..."

 

Pensi che la conoscenza dell'italiano possa aiutarti in Ferrari?

"Spero di sì, italiani e spagnoli hanno un rapporto speciale. Siamo simili. Già me ne sono accorto in Toro Rosso. Spero che accada lo stesso in Ferrari"

 

Già trovato casa in Italia?

"Non ancora, ma sto cercando"

 

Lo scherzo di Binotto

approfondimento

Sainz, è già Ferrari: lo scherzo di Binotto. VIDEO

Un momento molto divertente dell'intervista a Sainz arriva quando Mattia Binotto, team principal della Ferrari, fa "irruzione" e prova a sfilargli il cappellino. Per quanto leggero, il momento dò la sensazione di un feeling che già c'è nel futuro box della Rossa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche