F1, Hamilton dopo il GP di Spagna: "Strategia Mercedes? Un azzardo che ha pagato"

mercedes

Ennesimo capolavoro di Lewis Hamilton, che vince a Barcellona per la quinta volta consecutiva e allunga in classifica su Verstappen: "Sto alla grande, il lavoro sta pagando, questo team è straordinario. La strategia? E' stato un azzardo che ha pagato"

GP BARCELLONA, GLI HIGHLIGHTS

Lewis Hamilton celebra nel migliore dei modi la 100^ pole conquistata sabato, andando a vincere a Barcellona per la quinta volta consecutiva (record eguagliato di Senna a Monaco), la 98^ in carriera, la terza della stagione. Grazie anche a una strategia fenomenale della Mercedes, il britannico allunga in classifica su Max Verstappen, ora distante 14 lunghezze. 

"Il lavoro sta pagando, la Mercedes è straordinaria"

approfondimento

Hamilton-Verstappen, contatto al via? Lo Sky Tech

"Sono alla grande dopo questa gara - ha detto Hamilton dopo il GP -. Ci siamo di nuovo, il duro lavoro sta pagando. La partenza è stata al limite, c’era tanta gomma sulla destra. La Red Bull è partita benissimo e poi è stata una caccia da parte mia. Mi sono avvicinato tanto e pensavo di dover far durare le gomme per poi attaccare, ma poi sono rimasto lì. Dopo la seconda sosta ho dovuto recuperare più di 20 secondi. Si è trattato di un bell’azzardo, ma ha pagato. Strategia? Non era quella prevista all’inizio, anche se sapevamo che c’era la possibilità di fare due soste. In teoria una sosta era più veloce, ma so per esperienza che concludere la gara con una sola sosta qui è difficile. Ero indeciso se seguire o meno l’ordine del team di rientrare, ero indeciso se restare fuori ed attaccarlo. Alla fine ho seguito le indicazioni del team. C’è un grande legame di fiducia tra di noi. Il team è straordinario in ogni suo membro". 

"Nessun errore in partenza, non ho visto Verstappen"

Errore in partenza? No, nessun errore. Non ho visto Verstappen, non potevo vederlo – ha spiegato Hamilton a Sky Sport –, una volta che si è accodato e poi si è messo sulla destra era nel mio lato cieco. Non avevo idea di dove fosse. Ho frenato il più tardi possibile per guadagnare spazio. Se avessi curvato ci saremmo scontarti. È stata una scelta sensata da parte mia. La partenza è stata buona, ma loro sono stati più veloci. Dopodiché è stata una grande battaglia e una grande gara”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche