F1, niente GP di Turchia nel Mondiale 2021: ci saranno due gare in Austria

Formula 1
©IPA/Fotogramma

Nuove restrizioni di viaggio per il contenimento della pandemia hanno imposto la sostituzione de GP di Istanbul che era in programma il 13 giugno. Subentra un'altra gara in Austria: si correrà allo Spielberg sia il 27 giugno che il 4 luglio. Anticipato il gran premio in Francia al 20 giugno

COME CAMBIA IL CALENDARIO DEL MONDIALE DI F1

Cambia il calendario del Mondiale di Formula 1: il 13 giugno non si correrà il GP di Turchia, ma al suo posto subentra una seconda gara in Austria. Il GP di Stiria - stessa denominazione del campionato 2020 -  è in programma nel weekend del 25-27 giugno sul tracciato di Spielberg. La decisione, si legge nel comunicato ufficiale, è stata presa "a seguito dell'annuncio di nuove restrizioni di viaggio" dovute al contenimento della pandemia "imposte da diversi paesi in cui hanno sede i team di F1 e che interessano i viaggi dalla Turchia". Nella lista stilata nel Regno Unito, ad esempio, la Turchia figura tra gli stati al rientro dai quali sarà obbligatorio osservare un periodo di quarantena. E nel Regno Unito hanno il loro quartier generale molte squadre del Circus.

Come cambia il calendario del Mondiale di F1 2021

"Il promotore del GP di Turchia - prosegue la nota - ha chiesto di esaminare la l'eventuale opportunità di riprogrammare la gara più avanti nella stagione. Stessa richiesta è stata fatta dalla Cina all'inizio di quest'anno". Dunque saranno due le gare in Austria e si correranno l'una dopo l'altra. Ma ecco come cambia il calendario:

  • Gran Premio di Stiria: dal 25 al 27 giugno a Spielberg.
  • Gran Premio d'Austria: confermato nel weekend dal 2 al 4 luglio a Spielberg.

 

Nuova data anche per il GP di Francia: restano 23 gare 

Come conseguenza di questo cambiamento, il Gran Premio di Francia si sposterà una settimana prima rispetto al previsto: quindi dal 25-27 giugno al 18-20 giugno, con tutti i biglietti per l'evento validi per la data precedente. Ciò significa che continuano ad essere 23 le gare pianificate per la stagione in corso. "L'attuale situazione del COVID-19 rimane in evoluzione - si legge ancora nel comunicato della F1 - continueremo a monitorare la situazione con gli organizzatori e le squadre, ma la Formula 1 ha dimostrato ancora una volta di essere in grado di affrontare queste sfide e adattarsi rapidamente per ridurre l'impatto sulla stagione. Siamo anche lieti di iniziare a vedere i fan tornare alle nostre gare con una capacità fino al 40% a Monaco il prossimo fine settimana".

Stefano Domenicali, Presidente e CEO della Formula 1

"Non vedevamo l'ora di correre in Turchia, ma le restrizioni di viaggio in vigore hanno impedito di essere lì a giugno. La Formula 1 ha dimostrato ancora una volta di essere in grado di reagire rapidamente, di trovare soluzioni e siamo lieti del doppio appuntamento in Austria. Voglio ringraziare il promotore e le autorità in Turchia per tutti i loro sforzi nelle ultime settimane e desidero ringraziare gli organizzatori delle gare in Francia e Austria per la loro velocità, flessibilità ed entusiasmo nell'accogliere questa soluzione. Abbiamo avuto un ottimo dialogo con tutti gli altri promotori dall'inizio dell'anno e continueremo a lavorare a stretto contatto con loro durante questo periodo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche