GP Ungheria: Vettel squalificato per mancanza di benzina, podio sub iudice dopo ricorso

ASTON MARTIN
©Getty

Incredibile epilogo del GP dell'Ungheria a diverse ore dal termine della gara. Investigazione e Vettel, secondo al traguardo, squalificato: nelle verifiche al termine della gara, non è stato possibile reperire la quantità minima di carburante dalla sua monoposto come stabilito dal regolamento. L'Aston Martin presenta intenzione di appello, la F1 congela il podio, che resta sub iudice

GLI HIGHLIGHTS DEL GP DELL'UNGHERIA - LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI

Il GP dell'Ungheria non è ancora finito, il tutto dopo con una nottata incredibile. Sebastian Vettel, secondo, è stato investigato e squalificato: nelle verifiche al termine della gara, non è stato possibile reperire dalla sua Aston Martin la quantità minima di carburante prevista dal regolamento, ma solo 0,3 litri. Il podio però al momento non cambia, ma è sub iudice: l'Aston Martin ha infatti presentato l'intenzione di fare appello contro la decisione. 

La squalifica di Vettel

Cos'è successo al termine della gara di Budapest?

Alla fine del Gran Premio, Vettel si è fermato senza completare il giro di rientro; successivamente è tornato a piedi verso i box prima di raggiungere il podio. L'Aston Martin ha intanto deciso di ricorrere in appello e la FIA ha congelato il podio e le classifiche. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche