Ferrari, Leclerc e l'incidente con Stroll in Ungheria: il motore non è più utilizzabile

ferrari

La scuderia di Maranello ha comunicato che il motore della Ferrari di Charles Leclerc non sarà più utilizzabile dopo l'incidente al via del Gran Premio di Ungheria che ha costretto al ritiro il monegasco: "Si tratta di un ulteriore danno, visto che è probabile che nel prosieguo della stagione la squadra possa essere costretta a montare una quarta power unit, con conseguente penalità sulla griglia di partenza"

Oltre al danno la beffa. Dopo il ritiro al via del Gran Premio dell'Ungheria in seguito all'incidente provocato da Lance Stroll su Aston Martin, Charles Leclerc e la Ferrari devono incassare un verdetto impietoso: la rottura del motore che, come comunicato dalla scuderia di Maranello, non sarà più utilizzabile. Il monegasco sarà costretto a montare la terza power unit in stagione e il Cavallino Rampante spiega che per "il team e per il pilota si tratta di un ulteriore danno, non soltanto economico ma anche sportivo, visto che è assai probabile che nel prosieguo della stagione la squadra possa essere costretta a montare sulla SF21 di Leclerc una quarta Ice, con conseguente penalità sulla griglia di partenza". Insomma, difficile completare i dodici Gran Premi restanti con un solo motore. Per Leclerc una doccia gelata dopo la delusione dell'Hungaroring. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche