Ferrari, Sainz 10° nel GP Belgio: "Oggi non si dovevano assegnare i punti"

ferrari

Carlos Sainz non nasconde la propria insoddisfazione circa l'assegnazione dei punti al termine del GP del Belgio: "Le decisioni prese sono state giuste, impossibile guidare con quelle condizioni a Spa. Però non dovevano essere assegnati punti a una gara che non si è corsa"

GP BELGIO, CRONACA E HIGHLIGHTS

Carlos Sainz ha chiuso al 10° posto il GP del Belgio. Lo spagnolo ha commentato in modo chiaro la sua posizione sull'assegnazione dei punti, con punteggio dimezzato, in questa gara di Spa in cui si sono corsi appena due giri dietro alla safety-car. 

"Non si poteva guidare in quelle condizioni"

il compagno

Leclerc: "Almeno ho vinto a scacchi con Sainz..."

"Per me oggi le decisioni sono state corrette, le condizioni erano davvero molto difficili - ha detto Sainz a Sky Sport -. Non si vedeva nulla, non si può guidare a 300 all'ora. Rischiavamo un grosso incidente in un una pista complicata come Spa, dove ci sono sempre degli incidenti. Non sono contento dell'assegnazione dei punti, è una gara che non si è corsa. Non doveva assegnare punti. Dovevamo provare a uscire, ma non per l'intenzione di prendere i punti. I punti così non si devono assegnare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche