Mercedes, Hamilton dopo le libere del GP Olanda: "Saremo costretti a inseguire"

mercedes

Venerdì con pochi chilometri in pista per Lewis Hamilton, che dopo aver fatto segnare il miglior crono nelle FP2, si è fermato per un comportamento anomalo del sistema dell’olio della sua Mercedes nella seconda sessione: "Non è la fine del mondo, ma abbiamo girato poco e quindi siamo costretti a inseguire in questo weekend. Comunque grazie anche a Bottas sembriamo competitivi". Tutto il weekend è in diretta su Sky Sport F1 (canale 207)

GP OLANDA, LA DIRETTA DELLA GARA

Non certo il venerdì che sperava nella tana del nemico, a Zandvoort. Lewis Hamilton chiude la seconda sessione di prove libere dopo pochi minuti a causa della perdita di potenza della Power Unit Mercedes: per lui comportamento anomalo del sistema dell’olio. A questo problema vanno aggiunti i pochi giri accumulati in mattinata, dove comunque il britannico aveva fatto segnare il miglior tempo, a causa della bandiera rossa. 

"Perso potenza, non è la fine del mondo"

"Nelle libere 2 abbiamo perso potenza e mi hanno detto di fermarmi - ha detto Hamilton dopo la giornata -. Non è la fine del mondo. E' fantastico vedere così tanto pubblico, c'è tanta energia. Anche stamattina ho girato solo 20' a causa della bandiera rossa, siamo costretti a inseguire in questo weekend. Bottas comunque è stato competitivo e questo fa ben sperare. Le sensazioni sono state buone in mattinata, ma è difficile capire i punti positivi e negativi in una pista come questa. Fortunatamente Valtteri ci ha regalato un po' di dati: li compareremo, lavoreremo e vedremo per sabato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche