Formula 3, GP Russia: a Doohan la Feature Race. Titolo alla Trident. I risultati

FORMULA 3

Lucio Rizzica

FOTO da @FIAFormula3 - Twitter

Dopo la cancellazione della gara di sabato a causa del maltempo, la Feature Race ha chiuso il weekend della Formula 3 in Russia: dopo il titolo piloti ad Hauger, assegnato a Trident quello dei team grazie alla doppietta di Doohan e Novalak, rispettivamente primo e terzo sul podio. Oggi la gara di Formula 1 a Sochi: live alle 14 su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

GP SOCHI, OGGI IN PISTA: LE ULTIME NEWS - LA GRIGLIA DI PARTENZA

Dopo il titolo piloti finito nella bacheca di Hauger, dominatore della stagione di Formula 3, anche nella classifica delle squadre è stato deciso il vincitore. Si tratta del team Trident, che ha chiuso con una doppietta, Doohan primo e Novalak terzo, la Feature Race in Russia. Tra i due compagni di squadra si è piazzato Vesti (ART Grand Prix).

Dopo un sabato di riposo forzato (annullata l'ultima Sprint 2 della 'storia della F3), in Feature Race si presentano al via dalla prima fila le due Trident di Doohan (vice campione stagionale alle spalle di Dennis Hauger) e Novalak. Perde posizioni dopo le prime due curve Colombo (partito dalla terza fila), che scivola in undicesima piazza. Dopo tre giri si ferma Collet. Alla settima tornata Hauger e Rasmussen si toccano. Il fresco campione di stagione va in testa coda e le Trident vanno via in testa, potendo a questo punto guardare con maggiore serenità a una conquista del titolo a squadre, sempre più vicino. Hauger riprende la pista solo ventisettesimo, mentre invece incomprensibilmente le due Trident si mettono a battagliare rischiando grosso, con grande disappunto del muretto... che interviene in cuffia con decisione redarguendo Doohan e Novalak.

Al giro di boa Hauger cambia gomme e probabilmente la mossa è fatta per togliere i punti del giro veloce alla Trident, nella battaglia tra team. La coppia di testa, nel darsi battaglia, ha però perso un paio di secondi di vantaggio sul terzo incomodo Vesti (ART), che in pochi giri va ad accodarsi a tiro di DRS. Al 15° passaggio Hauger segna il giro veloce e toglie due potenziali punti addizionali alle Trident. Sedicesimo giro: Vesti perde il posteriore in frenata e perde un po' di contatto dalle due Trident, che tornano a combattere tra loro. Dal muretto ancora viene detto a Doohan di non entrare in competizione con Novalak, ma entrambi vogliono chiudere la stagione con un successo. Il francese sbaglia e Vesti gli torna addosso. Doohan intanto allunga. Al diciottesimo giro rientra ai box anche Colombo. Vesti attacca e sorpassa Novalak a una tornata e mezzo dal termine: la cosa non modifica tuttavia il probabile esito finale. Infatti anche così Novalak arriverebbe comunque terzo in campionato, Trident vincerebbe il titolo a squadre. 

Dal muretto arriva la richiesta di tenere le posizioni senza strafare. Sotto la bandiera a scacchi arriva Doohan davanti a tutti, poi Vesti e Novalak. Quanto basta a legittimare la seconda posizione assoluta di Doohan fra i piloti e il successo del team di Maurizio Salvadori fra le squadre. Non bastano, infatti, il settimo posto di Arthur Leclerc e il decimo di Caldwell a riportare Prema sul gradino più alto e scalzare il gruppo del tridente. A fine corsa Doohan e Novalak si spiegano, ma di sicuro se ne parlerà ancora prima della festa. Doohan spiega bene la sua posizione nelle interviste del dopo gara: "Avrei voluto vincere il titolo, penso di essere stato fra i migliori quest'anno, sono però un pilota, lotto per la squadra, ma è chiaro che voglio vincere". Fa eco Novalak: "va bene per il team, sono contento per la squadra, alla fine va bene così, tanto nella classifica piloti tutto era oramai definito e non sarebbe cambiato nulla...". Vesti invece si dice soddisfatto: "...contento di chiudere comunque la stagione salendo sul podio

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche