Caricamento in corso...
01 agosto 2017

GP3: a Budapest bis Alesi, Aitken riapre i giochi

print-icon
SUT

In Ungheria si riapre il campionato di GP3: battuta a vuoto del leader Russell e la vittoria in gara 1 del compagno Aitken. In gara 2 brilla ancora la stella del figlio d'arte Giuliano Alesi, sempre in corsa Alessio Lorandi

Giuliano Alesi ci ha preso gusto. Rotto il ghiaccio a Silverstone, il figlio di Jean si è ripetuto a Budapest, vincendo nuovamente gara 2 della GP3 in un weekend che ha ufficialmente riaperto il campionato: arrivato in Ungheria da fuggitivo, George Russell è rimasto a mani vuote dopo il problema nel giro di ricognizione di gara 1 che lo ha costretto subito al ritiro, e a partire dal fondo nella corsa di domenica. Il talentino inglese, pupillo Mercedes, mantiene sì la vetta della classifica con 92 punti, ma Jack Aitken si è fatto sotto a 83. E mentre i compagni Anthoine Hubert e Nirei Fukuzumi incalzano alle loro spalle, la sfida per il titolo al momento resta comunque un affare interno alla ART Grand Prix.

L'azzurro Alessio Lorandi si è invece esaltato in gara 1 chiudendo ai margini del podio, ma la sfortuna lo ha colpito domenica costringendolo al ritiro. Resta in credito con la dea bendata l'altro italiano Leonardo Pulcini, sperando che dopo la pausa estiva la ruota torni a girare anche per lui. Il recupero fino alla top 10 mostrato nella seconda manche è un piccolo segnale.

Gara 1: Vince Aitken con Russell fuori

In testa dall'inizio alla fine, dopo essere partito dalla pole, Aitken in gara 1 ha conquistato la sua prima vittoria stagionale. Un risultato pesantissimo, alla luce del clamoroso stop patito dal capoclassifica Russell: a causa di problemi tecnici, il britannico è uscito di scena già nel giro di ricognizione. Perso Russell, la ART Grand Prix è riuscita comunque a occupare l'intero podio con Nirei Fukuzumi secondo davanti ad Anthoine Hubert. Grande quarto posto per Alessio Lorandi, che nella sua risalita ha superato le vetture Trident di Kevin Joerg, Giuliano Alesi e Dorian Boccolacci. Con Ryan Tveter ottavo, la scuderia italiana si è però trovata nelle condizioni ideali per gara 2, vista l'inversione dello schieramento.

1 - Jack Aitken - ART - 22 giri
2 - Nirei Fukuzumi - ART - +4.489
3 - Anthoine Hubert - ART - +8.946
4 - Alessio Lorandi - Jenzer - +16.563
5 - Dorian Boccolacci - Trident - +20.303
6 - Giuliano Alesi - Trident - +20.890
7 - Kevin Joerg - Trident - +21.618
8 - Ryan Tveter - Trident - +22.772
9 - Niko Kari - Arden - +25.082
10 - Bruno Baptista - DAMS - +25.460

Gara 2: Bis di Alesi, poker Trident

La Trident non ha quindi sciupato questa occasione d'oro: 1-2-3-4 in griglia, 1-2-3-4 all'arrivo con la seconda vittoria consecutiva in Sprint Race per Giuliano Alesi, passato subito in testa nella sfida fra compagni di squadra. Il figlio di Jean da quel momento non ha più mollato il comando, accompagnato sul podio dall'americano Ryan Tveter e dallo svizzero Kevin Joerg. Nelle fasi iniziali a spezzare questo poker era stato Lorandi, quarto fino al momento della foratura che lo ha tagliato fuori dai giochi. Ne ha beneficiato Dorian Boccolacci, che ha potuto così completare il monopolio Trident davanti a Hubert, unico pilota ART a punti: sono rimasti a secco infatti Aitken e Russell, coinvolti in un leggero contatto che ha danneggiato entrambi.

1 - Giuliano Alesi - Trident - 17 giri
2 - Ryan Tveter - Trident - 0.620
3 - Kevin Joerg - Trident - 2.418
4 - Dorian Boccolacci - Trident - 4.190
5 - Anthoine Hubert - ART - 6.955
6 - Niko Kari - Arden - 8.903
7 - Raoul Hyman - Campos - 9.858
8 - Arjun Maini - Jenzer - 12.740
9 - Marcos Siebert - Campos - 31.642
10 - Leonardo Pulcini - Arden - 42.876

Russell e Aitken ora vicinissimi

La debacle di Russell ha permesso ad Aitken di portarsi a sole 9 lunghezze di distacco: 92 a 83, mentre Hubert è a 78 e Fukuzumi a 72. La ART continua a dettare legge, ma Giuliano Alesi si è portato a 66 e Lorandi è a quota 63. Saranno loro gli arbitri della stagione?

Prossimo appuntamento: Spa

Luglio è stato caldissimo, ora i ragazzi della GP3 possono calmare i bollenti spiriti con la pausa estiva. A fine agosto i motori si riaccendono nell'università di Spa-Francorchamps, e tutte le sessioni saranno trasmesse in diretta esclusiva da Sky Sport F1 HD (canale 207).

I PIU' VISTI DI OGGI