Caricamento in corso...
04 luglio 2017

Mercato NBA: Clippers-Gallinari ormai è fatta, ecco l'accordo

print-icon
Danilo Gallinari

Danilo Gallinari, 29 anni tra un mese, giocherà a Los Angeles per i prossimi tre anni (Foto Getty)

Dagli Stati Uniti riportano l'esito positivo della sign and trade che porta l'azzurro a Los Angeles grazie a un contratto di tre anni a 65 milioni di dollari complessivi. Decisivo il coinvolgimento nell'accordo come terza squadra di Atlanta, che riceverebbe Jamal Crawford, Diamond Stone e una prima scelta

Come già anticipato nelle ultime ore, la possibilità di un matrimonio tra Danilo Gallinari e gli L.A. Clippers ormai è diventata realtà. Dopo il recente incontro di domenica sera, la squadra californiana ha presentato la propria offerta al giocatore italiano, all’interno di un sign and trade con Denver con una terza squadra coinvolta (Atlanta) che metterebbe nelle tasche dell’azzurro 65 milioni di dollari per i prossimi tre anni. Per quanto riportato dal solito Adrian Wojnarowski, la volontà del giocatore di accettare l’offerta ha fatto la differenza — intrigato dalla possibilità di giocare in quello che i Clippers hanno ribattezzato “il reparto lunghi più forte della NBA” (Gallinari-Blake Griffin-DeAndre Jordan), mentre non c’è stato bisogno di vendere l'appeal della città di Los Angeles, già da tempo destinazione gradita al "Gallo" — ma c'è voluto un po' di tempo per sistemare tutti i dettagli dello scambio a tre. Atlanta riceve infatti un pacchetto che comprende la guardia Jamal Crawford, il giovanissimo Diamond Stone (scelta n°40 da Maryland dei Clippers nel Draft 2016) e la prima scelta che la squadra di L.A. ha ricevuto da Houston nel pacchetto per mandare Chris Paul in Texas. Con ogni probabilità gli Hawks, che spediranno a Denver una seconda scelta 2019, sono destinati poi a tagliare Jamal Crawford, visto che la squadra si sta muovendo verso la ricostruzione totale dopo la cessione di Paul Millsap proprio a Denver, che ha reso possibile per i Nuggets la cessione di Gallinari. ESPN riporta che l'azzurro avrebbe potuto aspettare la decisione (arrivata nella notte) di Gordon Hayward e, nel caso il giocatore dei Jazz non fosse diventato un Celtic, valutare il forte interessamento di Boston verso di lui, ma l'offerta in arrivo da L.A. ha accelerato la sua decisione.

I PIU' VISTI DI OGGI