Please select your default edition
Your default site has been set

Houston ricopre d’oro James Harden: 230 milioni in sei anni!

NBA
James Harden, 28 anni a fine agosto, ha giocato cinque stagioni a Houston (Foto Getty)
james_harden

Gli Houston Rockets hanno trovato un accordo con la loro stella per estendere il suo contratto fino al 2023: sommando l'attuale contratto da 60 milioni in due anni e l'estensione da 107 in quattro stagioni, arriverà a guadagnare la cifra record di 230 milioni

Per la seconda estate consecutiva, gli Houston Rockets e James Harden hanno rinnovato le loro promesse di amore eterno firmando un’estensione contrattuale da record. Nella notte di ieri Harden ha trovato l’accordo per un contratto al super-massimo che gli garantirà un totale di circa 230 milioni di dollari nei prossimi sei anni, rimanendo con Houston fino al 2023, quando avrà quasi 34 anni. Il vice-MVP dell’ultima stagione ha ancora due anni di contratto a 59 milioni complessivi, ma con questa estensione – resa possibile grazie al primo quintetto All-NBA conquistato nelle ultime due stagioni e da una clausola ad hoc per lui e per Russell Westbrook nel nuovo contratto collettivo – si assicura ulteriori quattro anni al massimo salariale (da stabilire precisamente nell’estate del 2019). Secondo le stime attuali con un salary cap a 108 milioni, Harden guadagnerà 37.8 milioni nel 2019-20, 40.8 milioni l’anno successivo, 43.8 nel terzo anno e infine 46.8 milioni per il 2022-23, diventando l’unico giocatore di tutta la NBA a essere firmato così a lungo. Ovviamente si tratta del contratto più ricco di sempre, superiore anche al quinquennale vergato da Steph Curry allo scoccare della mezzanotte dell’1 luglio. “ Houston è casa mia” ha detto in una dichiarazione il numero 13 dei Rockets, che formerà una nuova coppia dei sogni con Chris Paul, il quale si è congratulato su Twitter scrivendo in maniera scherzosa "al diavolo la palla, dammi un po' di soldi!". “Il proprietario Leslie Alexander mi ha dimostrato il suo totale impegno a vincere: i miei compagni e io continueremo a lavorare per migliorare e competere per i titolo”. Un impegno sottolineato anche dal fatto che, dopo essersi assicurati “CP3”, i Rockets sono tornati a discutere con i New York Knicks per arrivare a Carmelo Anthony, secondo quanto riportato da ESPN. E così da due le stelle degli Houston Rockets potrebbero diventare tre, che da sempre è l’obiettivo del GM Daryl Morey: staremo a vedere se la sua visione riuscirà a diventare realtà. Intanto, Harden è stato bloccato per il resto degli anni migliori della sua carriera – e c’è da scommettere che un giorno la sua maglia numero 13 verrà innalzata al tetto del Toyota Center.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche