10 ottobre 2017

Pelicans, un'ernia ferma Rondo: 4-6 settimane di stop

print-icon
Ron

L'ex point guard di Bulls e Celtics non ci sarà in questo inizio di stagione, bloccato da un problema all'ernia per il quale rimarrà fuori 4-6 settimane. "Senza di lui perdiamo un leader" ha dichiarato coach Gentry

Rajon Rondo non sarà a disposizione dei New Orleans Pelicans, fermato da un’ernia che lo aveva già costretto a saltare l’ultima gara di preseason contro la sua ex squadra, i Chicago Bulls. Le visite delle  da alcuni specialisti hanno stimato i tempi di recupero in 4-6 settimane, come riportato da Shams Charania di Yahoo! Sport, ma al momento coach Gentry sta già studiando ipotesi alternative per riempire i minuti rimasti liberi dopo questa defezione. “Per noi sarà soprattutto un problema di leadership in campo; se dovessi scegliere qualcuno per rivestire il ruolo di mentore, punterei decisamente su di lui”. Un’altra complicazione dunque nella travagliata storia NBA dell’ex playmaker dei Celtics, che lo scorso anno si era lasciato alle spalle una difficile situazione in Illinois. I Chicago Bulls infatti, dopo le prime due gare di playoff, erano tanto inaspettatamente quanto meritatamente in vantaggio per 0-2 nella serie contro i Boston Celtics, uscirono vincitori dal TD Garden grazie anche alle prestazioni di un super Rondo. Il grande ex di quel primo turno di playoff però, era poi stato costretto a lasciare anticipatamente la contesa a causa di una frattura al pollice, coincisa con l’inizio del declino dei ragazzi di coach Hoiberg: molti cronisti hanno visto nella sua assenza la ragione scatenante del crollo dei Bulls in quella serie conclusa poi con un filotto di quattro sconfitte consecutive. Nonostante l’impatto eccellente sul parquet in quei due match, a Chicago non hanno poi esitato a sbarazzarsi di lui appena avuta occasione: i numerosi problemi in spogliatoio, dalle accuse a Wade e Butler seguite poi da molto altro, avevano infatti incrinato in maniera definitiva i rapporti all’interno dello spogliatoio. A offrirgli una nuova chance ci hanno pensato poi i Pelicans, garantendogli 3.3 milioni di dollari in questa stagione per tentare l’ennesimo rilancio. Lasciarsi alle spalle il prima possibile questo infortunio sarà quindi una priorità, per giocarsi al meglio le sue carte.

I PIU' VISTI DI OGGI