Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, l’esordio di Lonzo Ball minuto per minuto, da Magic Johnson a Snoop Dogg

NBA

Più ancora che per la sfida cittadina contro i Clippers, l'attenzione di tutto il mondo gialloviola è stata catalizzata dal debutto della scelta n°2 all’ultimo Draft. Dal pranzo prepartita alle scarpe scelte per scendere in campo fino alle richieste di biglietti per amici e familari

Il grande palcoscenico, una città divisa in due, l’opener stagionale, la rivalità Lakers-Clippers. Il debutto NBA di Lonzo Ball ha fatto da sottoclou a un piatto già molto ricco, ma ha rischiato in fretta di diventare il main event, tanto era l’attesa attorno alla sua prima uscita in campionato (e nonostante nella stessa sera Los Angeles festeggiasse l’approdo alle World Series dei Dodgers). Un’attenzione maniacale, riflettori e telecamere puntati tutti su di lui, che ha vissuto così il suo battesimo di fuoco nella NBA:
- Ha detto di aver dormito bene, perché “prima di ogni partita cerco di riposarmi il più possibile, perché per me è molto importante”.
- Ha pranzato con hamburger e patatine ordinate da Subway.
- Ha richiesto 23 biglietti (da dare a parenti e amici) per il suo esordio – papà LaVar l’ha seguita da una suite dello Staples Center
- È arrivato all’arena indossando la divisa dei Dodgers con il suo numero (2) e il suo nome (Ball) sulle spalle, regalatagli dalla squadra quando aveva fatto il lancio inaugurale di una gara stagionale.
- Ha ricevuto prima della palla a due i consigli di Magic Johnson: “Resta concentrato sulla partita. Gioca per la squadra. E gioca duro, dando tutto quello che hai”.
- Poi anche quelli del suo allenatore, Luke Walton: “Vogliamo che giochi in maniera aggressiva, come sa, ma soprattutto divertendosi”.
- Ha indossato un paio di Big Baller nere, dopo che la scelta delle scarpe in prestagione lo aveva portato anche a indossare modelli di aziende diverse.
- Ha segnato il primo canestro della sua carriera con 4:49 da giocare nel secondo quarto, con un tiro da tre punti, ma prima ancora un suo crossover su Beverley aveva fatto impazzire il pubblico dello Staples.
- Ha chiuso il suo esordio con 1/6 al tiro e solo 3 punti, ma ha collezionato 9 rimbalzi e ci ha aggiunto 4 assist, un recupero e due palle perse in 29 minuti. 

Parole e commenti nel post

Persa la sfida con i Clippers (108-92), sofferto il duello personale con Patrick Beverley, il primo post-partita della carriera di Lonzo Ball non è sicuramente stato come sognato dal ragazzo di Chino Hills. Abbiamo raccolto i commenti principali alla sua prima uscita ufficiale:  
- “Verro giudicato a seconda del risultato: se vinciamo nessuno avrà niente da dire, se perdiamo la gente mi criticherà. Ma sarò pronto” [Lonzo Ball / 1].
- “A Los Angeles funziona così: si aspettano tutti che tu faccia bene. Se non succede, cercheranno qualcuno da mettere al mio posto. La cosa buona è che dopo stasera ci sono altre 81 partite” [Lonzo Ball / 2].
- “Penso abbiamo giocato una partita decente, ha fatto bene. Quello che mi piace di lui è che ha un feeling speciale per il gioco e anche stasera in un paio di occasioni lo ha dimostrato” [Luke Walton].
- “Penso che suo padre lo abbiamo scaraventato in una gabbia di leoni affamati con in mano delle costolette di maiale” [Snoop Dogg].

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche