Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Marco Belinelli decisivo nel 4° quarto: Atlanta torna a vincere contro New York

NBA

L'italiano segna 8 dei suoi 15 punti nell'ultimo quarto con un perfetto 3/3 al tiro e Atlanta torna alla vittoria dopo tre sconfitte in fila. Miglior realizzatore Dennis Schröder con 26 punti, a New York non bastano tre giocatori sopra quota 20 punti per evitare l'ennesima sconfitta in trasferta

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

Il 39-24 con cui i New York Knicks avevano chiuso il primo quarto faceva presagire l’ennesima serata di tormento per i tifosi degli Atlanta Hawks, che prima di questa gara avevano vinto solo 3 partite posizionandosi all’ultimo posto nella Eastern Conference. Gli altri tre quarti, però, hanno raccontato una storia diversa: gli uomini di Budenholzer hanno infatti interrotto una striscia di tre sconfitte in fila vincendo 116-104 contro una squadra sopra il 50% di vittorie per la seconda volta in stagione, dopo il sorprendente successo a Cleveland di qualche settimana fa. A guidarli è stato un Dennis Schröder incontenibile con 26 punti e 8 assist, ma il successo porta anche la firma di un Marco Belinelli autore di 8 dei suoi 15 punti nell’ultimo quarto con un perfetto 3/3 al tiro e +11 di plus-minus (oltre che 5 assist), dando un contributo importante nel 27-18 con cui gli Hawks hanno deciso la sfida. Insieme a loro due altri cinque giocatori hanno chiuso in doppia cifra, a dimostrazione che l’unico modo per vincere per Atlanta in questa stagione è con uno sforzo collettivo come quello messo in mostra per contenere i Knicks. “Ovviamente ci sarebbe piaciuto cominciare meglio rispetto a concedere 39 punti nel primo quarto, ma abbiamo trovato un modo per migliorare in difesa” ha commentato coach Budenholzer. “I ragazzi hanno giocato più duro e si sono impegnati di più, mentre l’attacco si è mantenuto a ottimi livelli per tutta la gara”. Il rating offensivo di 114.5 è il terzo migliore dell’anno dopo quello registrato contro Sacramento (129.8) e Dallas (117.5) nelle altre due vittorie stagionali.

New York, ancora una sconfitta lontano da casa

Tra gli uomini di Jeff Hornacek sono stati in tre a chiudere oltre quota 20 punti: oltre al solito Kristaps Porzingis con 28, Courtney Lee ha realizzato il suo massimo in maglia blu-arancio con 26 e l’ex Tim Hardaway — per il quale è stato mostrato un video celebrativo a cui hanno applaudito quasi solo i tifosi di New York presenti alla Phillips Arena — ha chiuso con 22. Troppo poco però è arrivato dal resto della squadra, con la rotazione modificata per far fronte all’assenza di Enes Kanter (svegliatosi con problemi alla schiena nel giorno della partita) e ben 20 palle perse di squadra, soffrendo tantissimo le riserve avversarie (37-16 il computo dalla panchina) e nei punti da seconda opportunità (5-24). Per New York, che nonostante la sconfitta si mantiene sopra al 50% di vittorie, si tratta della quinta partita persa su sei disputate lontano dal Madison Square Garden, vero e proprio fortino in cui hanno un record di 9-3: trovare continuità lontano da casa dev’essere il primo comandamento per Porzingis e soci, che dopo aver chiuso il primo tempo avanti di 8 non hanno mai guidato nel punteggio negli ultimi 16 minuti di partita.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche