Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Steve Nash, Jason Kidd e Ray Allen: ecco i candidati alla Hall of Fame 2018

NBA

La Basketball Hall of Fame di Springfield ha reso noti i candidati alla classe del 2018: tra questi spiccano Nash, Kidd e Allen, quasi certi dell'introduzione. Tra gli altri anche Grant Hill, Chauncey Billups e Rip Hamilton: i finalisti verranno resi noti all'All-Star Weekend, le nomine definitive alle Final Four di NCAA

La prossima classe della Naismith Memorial Hall of Fame si annuncia piena di grossi nomi. La recente modifica al regolamento approvata dal comitato prevede che bastino tre anni di attesa dopo il ritiro per essere introdotti nell’arca della gloria, dando modo a giocatori “appena” ritirati di essere nominati con il ricordo ancora fresco nelle menti degli appassionati. Tra i 179 nomi dell’elenco diffuso dalla Basketball Hall of Fame di Springfield spiccano infatti quelli di leggende come Jason Kidd, Steve Nash e Ray Allen, praticamente certi di essere i volti di riferimento della Classe del 2018, ma anche altri grandissimi come Grant Hill, Chauncey Billups e Rip Hamilton avranno la loro prima chance di entrare. Oltre a loro, sono ancora candidati giocatori come Chris Webber, Ben Wallace, Muggsy Bogues, Maurice Cheeks, Tim Hardaway, Kevin Johnson e Sidney Moncrief, giusto per rimanere tra i giocatori della NBA, mentre allargando i confini potrebbero entrare europei come Vlade Divac, Toni Kukoc, Alphonso Ford, Dino Radja e perfino il “nostro” Dan Peterson. Anche Becky Hammon, attuale assistente dei San Antonio Spurs ed ex leggenda della WNBA, è tra le candidate insieme ad altre grandi giocatrici come Katie Smith, Tina Thompson e Teresa Weatherspoon. Tra gli allenatori – tra cui spiccano i nomi di Rudy Tomjanovich e Jim Valvano, ancora in attesa – è praticamente certa la nomina di Rollie Massimino, storico allenatore dell’università di Villanova (con cui ha vinto il titolo NCAA nel 1985) deceduto lo scorso agosto all’età di 82 anni. I finalisti verranno annunciati a metà febbraio in occasione dell’All-Star Weekend NBA di Los Angeles, mentre le introduzioni ufficiali verranno svelate sei settimane dopo in concomitanza con le Final Four del college in programma a San Antonio. Considerando la quantità di leggende presenti assieme, questa classe può essere considerata una delle più profonde di sempre almeno per il talento proveniente dalla NBA.

La storia incrociata di Kidd e Nash

È particolarmente curioso che, ancora una volta, le strade di Jason Kidd e Steve Nash tornino a incrociarsi e ad abbracciarsi. I due arrivarono insieme a Phoenix nell’estate del 1996 – il primo scambiato dai Dallas Mavericks, il secondo preso al Draft tra mille dubbi dei tifosi – e per due stagioni hanno condiviso lo stesso spogliatoio, con il primo da titolare e il secondo da riserva. Nash però aveva poco spazio alle spalle di Kidd e per questo nella notte del Draft del 1998 ha fatto il percorso inverso del compagno, venendo scambiato da Phoenix a Dallas su richiesta di Donnie Nelson, il GM che lo aveva scelto ai Suns e che era appena passato ai Mavs. In Texas Nash si affermò come un titolare NBA in coppia con Dirk Nowitzki, mentre Kidd dopo altre tre stagioni da All-Star in Arizona venne scambiato con i New Jersey Nets, con i quali disputò due finali NBA consecutive. Le strade dei due tornarono a incrociarsi con due doppi ritorni: nel 2004 Nash tornò a Phoenix da free agent (colpa di Mark Cuban che lo riteneva “finito” per le condizioni della sua schiena, forse la peggior valutazione di tutta la sua carriera da proprietario) e vinse due titoli di MVP con Mike D’Antoni, pur perdendo contro i Mavs nelle finali di conference del 2006; Kidd invece nel 2008 tornò a Dallas, con la quale ha poi vinto il titolo del 2011 prima di separarsi, non in maniera indolore, nel 2012. Ora, nel 2018, si ritroveranno di nuovo insieme nella Hall of Fame.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.