Please select your default edition
Your default site has been set

NBA: espulsione Westbrook, si infiamma ancora lo scontro tra giocatori e arbitri

NBA

Cresce la tensione (in campo e fuori) tra le due parti, con Carmelo Anthony e coach Billy Donovan che sottolineano quanto sia cambiato il rapporto in campo negli ultimi anni: “Manca il dialogo, la risposta a ogni tipo di domanda è sempre un fallo tecnico”

Arbitri contro giocatori, giocatori contro arbitri. Dovessimo trovare un filo conduttore di questa prima metà di stagione, difficilmente se ne riuscirebbe a trovare uno migliore del continuo scontro tra chi la partita la gioca e chi la dirige. Raramente la tensione era stata così alta e quanto successo nella sfida tra Thunder e Kings non fa altro che andare in questa direzione: nel rapporto tra le due parti evidentemente c’è qualcosa che non va. L’ultima polemica nasce dall’espulsione a meno di tre minuti dalla sirena finale comminata a Russell Westbrook. Il numero 0 viene scaraventato a terra durante una penetrazione al ferro dal doppio colpo di Fox da dietro e di Cauley-Stein che si oppone con il suo corpaccione. Westbrook finisce a terra e porta con sé il pallone, reclamando un fallo, ma gli arbitri sono di un altro avviso: passi e decima palla persa per la point guard di OKC. L’MVP della passata stagione inizia a quel punto a lamentarsi, beccando due falli tecnici nel giro di pochi istanti e vedendo così finire la sua partita con qualche minuto d’anticipo. “Con loro ho finito, non aggiungo altro. Non è una questione di mancanza di rispetto, ma con gli arbitri ho chiuso”, commenta molto piccato Carmelo Anthony, il migliore realizzatore dei Thunder con i suoi 20 punti a referto. “Questa lega è profondamente cambiata negli ultimi 15 anni, da quando io ho iniziato a giocare in NBA. Prima c’era molto più dialogo tra arbitri e giocatori, nel bene e nel male, e si arrivava sempre a un punto in cui loro ti facevano sbollire la rabbia, per poi dirti che era abbastanza e che bisognava andare avanti. Adesso invece il grilletto scatta con enorme celerità: fai qualcosa di sbagliato e ti becchi un tecnico; dici una parola fuori posto, non fai in tempo a finire di pronunciarla che già ti hanno sanzionato. Credo che sia questa la maggiore differenza rispetto a quando sono entrato nella lega, la mancata tolleranza da parte degli arbitri: il dialogo, la comunicazione e i rapporti che c’erano prima sono profondamente mutati”.

Donovan: “C’è un enorme problema di dialogo tra le parti”

Dopo l’espulsione di Westbrook di fallo tecnico ne è arrivato anche un altro, fischiato contro coach Donovan che andava a caccia di attenzioni, non di certo di una sanzione che ha permesso a Buddy Hield a quel punto di tirare ben tre liberi e riportare i suoi a -8. “Non credo proprio che avrei dovuto avere maggiore cautela, anche perché gli arbitri hanno commesso un errore enorme in quella situazione. Stavo cercando in tutti i modi di portare la loro attenzione sul contatto e su quanto fosse successo sul parquet, ma l’unica cosa che ho ricevuto il risposta è stato il gesto del fallo tecnico. So bene quando merito un provvedimento disciplinare, quando le mie parole vanno sanzionate e questo non era il caso. Non so cosa sia accaduto con Westbrook, cosa si siano detti di preciso, ma nel mio caso l’errore è stato grossolano e il muro contro muro non ha agevolato la gestione della situazione”. Adam Silver ha già fatto sapere che durante l’All-Star Game del prossimo febbraio a Los Angeles è previsto un importante confronto tra le due parte, con l’intenzione di rasserenare gli animi e mettere in chiaro nuove procedure e regole comportamentali da seguire. “Stavo sbraitando per provare a richiamare la loro attenzione, avrebbe tranquillamente potuto girarsi e dirmi ‘Billy, aspetta un secondo e poi vengo a parlare con te’, invece di non ascoltare e darmi direttamente un tecnico. Faccio questo mestiere da tanto tempo e conosco bene quali sono le proteste che meritano un provvedimento disciplinare e quali invece vanno gestite in un altro modo. È stato soltanto l’ennesimo errore di una lista sempre più lunga”. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche