Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, i T’wolves e la cerimonia in ricordo di Flip Saunders: banner dedicato sul soffitto del Target Center

NBA

Prima della sfida contro i Lakers, i Timberwolves hanno voluto ricordare coach Saunders, scomparso nel 2015 e simbolo della franchigia: "Flip è il basket nel Minnesota"

Alla presenza di tanti suoi ex giocatori, tra cui un emozionato Chauncey Billups e Latrell Sprewell, i Minnesota Timberwolves hanno sollevato sul soffitto del Target Center un banner con la scritta “Flip”, come tributo alla memoria di Saunders. Scomparso nell’ottobre 2015 a causa di un linfoma, l’ex allenatore e poi president of basketball operation dei T’wolves è stato uno dei principali rappresentati della palla a spicchi dell’intero Minnesota. Prima di approdare in NBA infatti era stato a lungo il coach della squadra collegiale dell’Università del Minnesota. “Flip è il basket nel Minnesota”, urla al microfono Karl-Anthony Towns, prima della palla a due della sfida contro i Lakers. A presentare la breve cerimonia Kevin Harlan, storica voce di TNT che per anni ha lavorato proprio a Minneapolis, stretto vicino alla famiglia e a tutti gli ex giocatori e colleghi. “Quando sono arrivato in Minnesota, la mia carriera faticava a trovare un equilibrio – racconta Billups, che con i T’wolves ha giocato due stagioni dal 2000 al 2002, prima di spiccare il volo con i Pistons -. Non era un problema di talento, ma avevo bisogno di qualcuno che credesse realmente in me. E Flip lo ha fatto. Non ero arrivato qui per fare il titolare, uscivo dalla panchina. Appena sono andato a Detroit ho braccato a lungo Joe Dumars chiedendogli di prendere coach Saunders ad allenare. Lo adoravo. A fare la differenza è stato soprattutto l’affetto e l’interesse che mi ha sempre dimostrato fuori dal parquet. È rimasto per tanti anni una delle persone più importanti della mia vita e ancora adesso mi piace condividere il ricordo che ho di lui con la sua famiglia. E da quello che ho visto, non poteva essere amato in maniera migliore”. Saunders ha chiuso la sua carriera con 17 stagioni da capo allenatore NBA all’attivo, raccogliendo un record di 427-392 negli 11 anni trascorsi in totale ai T’wolves; protagonista del momento migliore della franchigia con otto apparizioni consecutive ai playoff e la finale di Conference del 2004.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche