Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, coach Tyronn Lue non ce la fa e lascia la panchina di Cleveland

NBA

I Cavaliers hanno annunciato che coach Tyronn Lue resterà fuori dopo i problemi di salute dei giorni scorsi. Una pausa a tempo indeterminato, per permettergli di rimettersi in sesto. Al suo posto sulla panchina di Cleveland ci sarà l'assistente allenatore Larry Drew

Era già nell'aria dopo l'ennesimo problema di salute e adesso è arrivata la conferma: coach Lue resterà a riposo a tempo indeterminato per provare a rimettersi in sesto; al suo posto sulla panchina dei vice-campioni NBA si siederà l'assistente allenatore coach Larry Drew. Queste le parole dell’allenatore dei Cavaliers affidate al comunicato ufficiale rilasciato dalla franchigia dell’Ohio: "Dopo tante conversazioni e confronti con i medici della squadra e con Koby [Altman, il GM dei Cavaliers, ndr], abbiamo pensato soprattutto a quello che fosse il meglio per la squadra e al tempo stesso per la mia salute. Al momento ho bisogno di fare un passo indietro, di smettere di allenare per un po’ di tempo e di concentrarmi sul rimettermi in sesto. Devo ritrovare una stabilità che mi permetta di ritornare a essere un coach affidabile per il resto della stagione. Ho avuto forti dolori al petto e altri sintomi di scompenso, che mi hanno causato anche la perdita del sonno durante tutto l’anno. Nonostante abbia già effettuato un bel po’ di controlli, non siamo ancora giunti a una precisa conclusione su cosa sia accaduto. Ho provato a continuare a lavorare nonostante i problemi, ma l’ultima cosa che voglio è che questa situazione pesi sulla squadra. Utilizzerò tutto il tempo a disposizione per fare i controlli e le medicazioni necessarie; una cosa che è stato difficile perseguire nel bel mezzo di una stagione NBA. Il mio obiettivo adesso è quello di rimettermi in forma, ritrovare la salute persa per strada e ritornare in condizione per continuare a guidare questa squadra verso il titolo per cui stiamo così duramente lavorando. Ho apprezzato molto la vicinanza di Dan Gilbert, di Koby Altman, del nostro staff medico e di tutta l’organizzazione". Il malessere contro Chicago che lo ha costretto a saltare il secondo tempo della sfida contro i Bulls è soltanto l’ultimo di una lunga serie in questa stagione travagliata per l’allenatore dei Cavaliers. Una complicazione che mette ovviamente in secondo piano tutto il resto: “Conosciamo quanto sia difficile fare i conti con circostanze del genere e supportiamo in maniera totale e completa Tyronn Lue - commenta Koby Altman -. Adesso dovrà concentrarsi soltanto sui suoi problemi di salute e sul ritrovare la forma migliore”. Già arrrivate anche le parole di LeBron James, che contro i Blazers aveva avuto un duro scontro con il suo capo allenatore: "È una situazione che pesa anche su di noi, è il capitano della nostra nave. È come perdere uno dei nostri migliori giocatori, ma era il momento di fermarsi e preoccuparsi della sua salute".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche