Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, i Sixers dedicano una statua a Erving: "Il futuro è in mano a Ben Simmons"

NBA

Philadelphia ha dedicato una cerimonia allo storico n°6 dei Sixers ha festeggia, che ha sottolineato come il futuro dei Sixers sia già in buone mani: "Simmons sembra avere gli occhi dietro la testa; è una fortuna averlo in squadra"

A Philadelphia si godono il presente, fatto di 11 vittorie consecutive e di una squadra giovane, promettente e lanciatissima verso i playoff, ritrovati dopo anni passati nei bassifondi a inseguire un lungo processo di rinascita. Allo stesso tempo però, non dimenticano il passato glorioso, in cui Julius Erving ha forse recitato la parte dell’attore principale. O quantomeno quella più appariscente, fatta di schiacciate che hanno anticipato i tempi e canestri che sono valsi il titolo NBA. Per questo i Sixers hanno deciso di dedicargli una statua, scoprendola davanti il loro campo dall’allenamento a Candem, in New Jersey. La sesta esposta da Philadelphia, al fianco di quelle di Wilt Chamberlain e Billy Cunningham. Dopo la maglia numero 6 ritirata nel 1988, un ulteriore riconoscimento a uno dei migliori 50 giocatori della storia NBA (tra quelli votati nel 1996). Erving ha assistito alla partita vinta contro Brooklyn, approfittandone per commentare le prestazioni di Ben Simmons; uno dei protagonisti indiscussi in casa Sixers: “Di giocatori del genere se ne vedono uno ogni dieci anni, forse una sola volta nella vita. È un talento in grado di rendere migliori chiunque gli giochi accanto, ogni volta che scende in campo. Agli altri basta tagliare o farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, al resto pensano le magie che gli escono dalle mani”. Simmons è l’unico rookie assieme a Oscar Roberson a mettere a referto 600 assist e 600 rimbalzi nella sua prima stagione NBA. “Alle volte sembra abbia degli occhi montati sul retro della testa, perché sente il movimento dei compagni anche quando non sono alla portata del suo sguardo. È un talento su cui i Sixers sono fortunati ad aver messo le mani”. Un’investitura importante, soprattutto in Pennsylvania: “È incredibile sentire parole del genere pronunciate da un mito simile, sono senza parole”, la chiosa di Simmons.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche