13 luglio 2018

Mercato NBA, DeRozan cancella le foto su Instagram e le scommesse esplodono: arriva Kawhi Leonard?

print-icon

La guardia dei Toronto Raptors ha improvvisamente cancellato tutte le sue foto su Instagram e un sito di scommesse ha dato i canadesi favoritissimi per arrivare a Kawhi Leonard sul mercato: due indizi per il passaggio della stella dei San Antonio Spurs nella Eastern Conference?

TUTTE LE FIRME DEL MERCATO - ISAIAH THOMAS VA AI DENVER NUGGETS

Diceva Agatha Christie che “un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Per il momento siamo solo al secondo passaggio di questa frase, ma le possibilità che Kawhi Leonard il prossimo anno giochi per i Toronto Raptors non sono più così remote come potevano sembrare fino a due o tre settimane fa. Già da qualche tempo ormai le voci di un suo possibile passaggio in Canada hanno cominciato a circolare tra gli addetti ai lavori, con il General Manager Masai Ujiri intenzionato a mettere sul piatto anche una delle sue due stelle, vale a dire Kyle Lowry o DeMar DeRozan. Quest’ultimo, in particolare, ha fornito il primo dei due indizi di cui parlavamo: la guardia dei Raptors ha infatti cancellato tutti i post della sua pagina Instagram, che era ovviamente piena di foto con la maglia dei canadesi, di cui è diventato il miglior marcatore nella storia. Può darsi che sia stato solo un momento di “repulisti generale”, e cercare di capire cosa fa un giocatore professionista con il suo account Instagram è sempre un esercizio abbastanza fine a se stesso (anche perché, come scritto da The Athletic, è una cosa che DeRozan fa abbastanza spesso), ma il comportamento simile tenuto da DeMarcus Cousins mesi fa con i New Orleans Pelicans crea un precedente. Chissà che la storia non si ripeta anche con DeRozan, il cui rapporto con i Raptors non si è comunque concluso in termini entusiasmanti, visto il quarto periodo osservato tutto dalla panchina in occasione di gara-3 della disastrosa serie persa con i Cleveland Cavaliers. Il secondo indizio raccolto nelle ultime ore arriva da OddsShark, un’agenzia di scommesse non particolarmente nota prima di oggi ma che ha sorpreso tutti con le sue quote sul trasferimento di Leonard. Sul loro sito infatti i Raptors sono gli assoluti favoriti rispetto a tutti gli altri, ben davanti ai San Antonio Spurs (che, al netto di tutto, sono in controllo del destino di Leonard), ai Los Angeles Lakers e ai Clippers (le due soluzioni preferite da Kawhi) e sia ai Philadelphia 76ers che ai Boston Celtics (le due squadre che possono offrire di più per Leonard).

Perché per i Raptors ha senso prendere Kawhi Leonard (anche come affitto di un anno)

Mancherebbe giusto il terzo indizio per completare la prova necessaria, ma non è difficile capire perché i Raptors stiano pensando di cedere una delle loro stelle per arrivare a uno come Kawhi Leonard. Il precedente più incoraggiante per loro è certamente quello di Paul George, acquisito dagli Oklahoma City Thunder un anno fa con poche chance di convincerlo a rimanere e infine vincenti nel loro corteggiamento, portandolo a firmare per quattro stagioni. I Raptors vorrebbero ripercorrere la stessa strada, puntando ad avere Leonard tra le proprie fila per un anno intero, “vendergli” la propria cultura di squadra farlo giocare davanti ai 20.000 assatanati dell’Air Canada Centre in uno dei palazzetti più caldi della NBA per convincerlo a rifirmare. Inoltre, complice la partenza di LeBron James verso la Western Conference, la strada verso le Finals è ora sgombra da ostacoli insormontabili per una squadra che comunque lo scorso anno ha vinto 59 partite: ovvio, i Boston Celtics e i Philadelphia 76ers si prospettano come avversarie formidabili, ma nei loro confronti i Raptors non hanno un complesso di inferiorità come quello mostrato nelle ultime stagioni nei confronti di King James.

Con un Leonard sano e la struttura della squadra dello scorso anno (meno probabilmente uno o più giovani come O.G. Anunoby, Delon Wright e Jakob Poeltl, oltre a DeRozan o Lowry da inserire nello scambio con gli Spurs), per Toronto questa rappresenterebbe una scommessa ad altissimo rischio per fare l’ultimo passo deciso verso il titolo invece di continuare a “vivacchiare” nei playoff senza una reale chance di avanzare alle Finals. Se le cose dovessero andare male nel 2019, con l’addio di Leonard da free agent verso una squadra di suo gradimento, a Ujiri rimarrebbe comunque la possibilità di liberarsi dei contratti in scadenza nel 2020 di Lowry, Serge Ibaka, Jonas Valanciunas (player option), Fred VanVleet e C.J. Miles (player option) per ricominciare a lavorare con un roster totalmente vuoto e ultra-flessibile, avendo un solo contratto garantito a libri (quello di Norman Powell per meno di 11 milioni) e poi gli accordi dei rookie. Considerando poi che il Draft del 2021 potrebbe essere il primo con i liceali di nuovo disponibili (e quindi con un bacino di talento più grande del solito dal quale poter pescare), ecco trovato il terzo indizio che porta Kawhi Leonard a Toronto, sia che ci rimanga oppure no. Chissà se da un profilo Instagram e da un sito di scommesse poco noto non siano arrivati i due indizi per un altro sorprendente trasferimento estivo in NBA.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi