Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
04 gennaio 2019

NBA, Derrick Rose e Luka Doncic: i voti dei tifosi li spingono verso l’All-Star Game

print-icon

Dopo il primo scrutinio LeBron James è l'unico giocatore che ha già superato la barriera del milione di preferenze, primo nella Western Conference. A dominare le votazioni a Est, invece, Giannis Antetokounmpo, mentre fa notizia anche la presenza (secondo tra le guardie dietro a Kyrie Irving) di Dwyane Wade

50 PUNTI E LACRIME: DERRICK ROSE E' TORNATO

DONCIC A 19 ANNI: COME LUI SOLO LEBRON JAMES

LeBron James da una parte (a Ovest),  Giannis Antetokounmpo dall’altra (a Est) sono i due nomi da battere in quella gara di popolarità che risponde al nome di votazioni pubbliche per il prossimo All-Star Game NBA, in programma il 17 febbraio a Charlotte, nel North Carolina. La superstar dei Lakers è l’unico giocatore che – dopo il primo conteggio dei voti (parziale, in quanto c’è tempo fino al 21 gennaio per esprimere le proprie preferenze) – supera il muro del milione di voti: 1.083.363 sono infatti le preferenze accordate alla superstar gialloviola, che lo rendono al momento il giocatore più votato per la gara delle stelle, davanti proprio a “The Greek Freak”, che guida tutti i giocatori della Eastern Conference avendo collezionato 991.561 preferenze. I voti dei tifosi – che sono chiamati a esprimere due preferenze tra le guardie e tre tra i lunghi per ogni conference – pesano per il 50% sulle votazioni finali, mentre un 25% a testa è assegnato al voto degli stessi giocatori e a quello di un panel di  giornalisti selezionato. Tra i dati resi pubblici dopo il primo scrutinio, però, quelli in un certo senso più sorprendenti arrivano, entrambi nella Western Conference, dai nomi dei due giocatori alle spalle dei rispettivi leader: se dietro a LeBron James (primo nel frontcourt a Ovest) spunta infatti il nome del rookie meraviglia dei Dallas Mavericks Luka Doncic (679.839 voti), ancora più clamoroso è vedere il nome di Derrick Rose (698.086) secondo solo a quello di Steph Curry tra le guardie a Ovest (davanti, nell’ordine, a James Harden, Russell Westbrook, Klay Thompson, Damian Lillard e DeMar DeRozan). Per motivi differenti tra loro, si tratta di due acclamazioni popolari difficilmente prevedibili in queste dimensioni: nel caso del talento sloveno, terza scelta assoluta all’ultimo Draft, non tutti erano pronti a scommettere su un impatto del genere in tempi così stretti, immediati, mentre sulla rinascita dell’ex MVP NBA del 2011 – dopo una carriera costellata da infortuni e operazioni – erano ormai in pochissimi a sperarci davvero (uno di questi fortunatamente il suo ex e attuale allenatore Tom Thibodeau). Doncic – premiato come rookie del mese per la Western Conference tanto a novembre quanto a dicembre – sta viaggiando a 19.5 punti di media, con anche 5 assist e 6.6 rimbalzi di media, tirando il 37.6% da tre punti, ma nelle ultime dieci gare il rendimento del n°77 di Dallas è ancora cresciuto, portando la sua media punti a 24 punti esatti a sera. Derrick Rose invece è tra i principali candidati al premio di sesto uomo dell’anno, anche se da cinque gare a questa parte la point guard dei Timberwolves è entrato nel quintetto base di coach Thibodeau. La cosa strabiliante per un giocatore da molti considerato ormai finito è che le sue cifre stagionali sono sostanzialmente identiche a quelle di carriera: stessa media punti (18.9), sfiorando i 5 assist e 3 rimbalzi di media, ma con un incredibile 46.2% da tre punti, da sempre considerato uno dei punti deboli del giocatore di Chicago, anche nel prime della sua carriera.

La top 10 (parziale) dei titolari: c’è anche Dwyane Wade

Se Antetokounmpo è il leader tra i giocatori di frontcourt della Eastern Conference, tra le guardie a farla da padrone è Kyrie Irving, che con oltre 910.000 preferenze è il terzo giocatore più votato in tutta la lega dopo il primo scrutinio, alle spalle soltanto di James e Antetokounmpo. La point guard dei Celtics precede un altro nome per certi versi sorprendente, quello di un super veterano come Dwyane Wade: nella sua ultima stagione NBA, i tifosi di tutto il mondo hanno evidentemente voglia di vedere una recita d’addio alla partita delle stelle da parte del n°3 degli Heat, che tra le guardie a Est precede al momento proprio l’idolo di casa Kemba Walker, che degli Hornets è il leader assoluto. Sulla base delle prime votazioni, i giocatori da quintetto (tenendo conto solo delle indicazioni dei tifosi, che come detto costituiscono solo una parte del voto) a Est e Ovest sono i seguenti: Kyrie Irving, Dwyane Wade, Giannis Antetokounmpo, Kawhi Leonard, Joel Embiid da una parte, Steph Curry, Derrick Rose, LeBron James, Luka Doncic e Kevin Durant. Saranno poi i due giocatori più votati nella Eastern e nella Western Conference, nel loro ruolo di capitani, a “fare le squadre” (secondo la nuova formula introdotta per la prima volta lo scorso anno) potendo compiere le proprie sceglie indipendentemente dall’appartenenza “geografica” alle due conference. 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi