Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, risultati della notte: Lakers 10^ sconfitta senza LeBron, Westbrook in tripla doppia

NBA

Decima sconfitta su 15 partite per i Lakers privi di LeBron James, superati in casa dai Timberwolves guidati da Towns. Westbrook firma la 15^ tripla doppia stagionale superando i Pelicans con tanti infortunati. Tutto facile per i Blazers a Phoenix, infliggendo ai Suns la sesta sconfitta in fila

CURRY DA 38, NONA VITTORIA IN FILA GOLDEN STATE

ALL-STAR GAME, I 10 TITOLARI DELLA PARTITA DELLE STELLE

Los Angeles Lakers-Minnesota Timberwolves 105-120

Cercasi LeBron disperatamente. Con quella contro i Minnesota Timberwolves sono diventate dieci le sconfitte dei Lakers senza il proprio leader, a fronte di solamente cinque vittorie che tengono a malapena i gialloviola sopra i 50% di vittorie — ma con l’ottavo posto adesso ancora un pochino più distante, a 1.5 partite dai cugini dei Clippers. Pur ritrovando Rajon Rondo, subito produttivo con 15 punti, 6 rimbalzi e 13 assist all’interno di un quintetto tutto in doppia cifra, i Lakers non sono riusciti a resistere ai non irresistibili Timberwolves, che specialmente in trasferta quest’anno hanno vinto solo otto partite su 24. A fare la differenza è stato un ultimo quarto da 36-23 per gli ospiti, guidati dai 27 punti con 12 rimbalzi di Karl-Anthony Towns, i 23 di Andrew Wiggins e il contributo dalla panchina di Jerryd Bayles (16 con 7 assist), conquistando il terzo successo consecutivo. Sono invece tre le sconfitte in fila dei Lakers, a cui non sono serviti i 20 punti di Brandon Ingram per evitare l’ennesima partita persa attendendo il rientro di James, sulle condizioni del quale però non è stato dato alcun aggiornamento. “Non sono qui per indicare giorni o settimane” ha detto coach Walton dopo la partita. “Sa quello che fa, sa prendersi cura del suo corpo, e quando sarà pronto, scenderà in campo”. Sperando che sia presto.

Oklahoma City Thunder-New Orleans Pelicans 122-116

Forse gli Oklahoma City Thunder hanno davvero svoltato. Dopo un periodo difficile da cinque sconfitte in sei partite, la squadra di Billy Donovan ha raccolto contro i Pelicans la quarta vittoria consecutiva, rilanciandosi all’inseguimento del secondo posto dei Denver Nuggets. Merito del solito Russell Westbrook, che ha firmato la sua 15^ tripla doppia stagionale in grande stile. 23 punti, 17 rimbalzi e 16 assist, migliorando il record dei suoi a 10 vittorie e 5 sconfitte quando serve la specialità della casa in doppia cifra su tre categorie statistiche diverse. Insieme a lui ci sono le doppie doppie di Paul George (23 punti e 11 rimbalzi) e Steven Adams (20+13), superando la resistenza dei Pelicans che erano a dir poco a ranghi ridotti. Oltre al ben noto infortunio alla mano che sta tenendo fuori Anthony Davis, coach Alvin Gentry ha dovuto fare a meno anche di Nikola Mirotic (fuori almeno una settimana per un problema al polpaccio), Julius Randle (distorsione alla caviglia) e E’Twaun Moore (riposo). In queste condizioni era difficile chiedere molto di più di una sconfitta onorevole, con i 22 punti e 13 assist di Jrue Holiday, i 21 di Darius Miller (massimo in carriera pareggiato) e altri quattro giocatori in doppia cifra che hanno ridotto lo svantaggio da -16 a -5 con una rimonta nell’ultimo quarto, ma senza riuscire ad avvicinarsi più di così. Con questa quarta sconfitta nelle ultime cinque, l’ottavo posto rimane distante quattro partite e mezzo.

Phoenix Suns-Portland Trail Blazers 106-120

Dopo un primo tempo sonnecchiante, ai Blazers è bastato cambiare marcia nel secondo tempo per avere facilmente ragione dei Suns, arrivati alla loro sesta sconfitta consecutiva. A suonare la carica è stato Damian Lillard, il migliore dei suoi con 24 punti, seguito dai 20 a testa di C.J. McCollum e Jake Layman, firmando la quarta vittoria nelle ultime cinque per Portland. “Il primo tempo è stato frustrante: abbiamo sbagliato tanti tiri al ferro e abbiamo concesso troppi punti in transizione. Nel secondo, ovviamente, siamo andati molto meglio” è stata l’analisi di coach Terry Stotts, che ha avuto anche 17 punti da Seth Curry e 16 da Jusuf Nurkic. Per i padroni di casa Devin Booker è partito fortissimo segnando 18 punti nel solo primo quarto, ma da lì in poi ne ha messi a referto solo 9 chiudendo con 27, a cui seguono i 18 con 18 tiri di Kelly Oubre e i 17 del redivivo Dragan Bender, inserito in quintetto per le assenze di Deandre Ayton (distorsione alla caviglia) e Richaun Holmes (infortunio al piede), oltre che quella di T.J. Warren.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.