Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Kobe Bryant: "Harden, se giochi così non vinci il titolo". Il Barba: "Sono d'accordo"

NBA

La leggenda dei Los Angeles Lakers ha dato la sua opinione sulla stagione storica di James Harden: "Deve fare quello che serve per portare la sua squadra a vincere, ma c’è modo e modo di farlo. In quel modo non si vince il titolo". E il Barba si è detto d'accordo

KOBE SCARICA KUZMA & BALL: "GIUSTO PRENDERE DAVIS"

SIXERS-LAKERS IN STREAMING SU SKYSPORT.IT

DEADLINE MERCATO, GLI OBIETTIVI DELLE 30 SQUADRE

Non capita più molto spesso che Kobe Bryant parli pubblicamente di NBA, ma ogni volta che lo fa è ovviamente una notizia. Intervenuto come ospite su ESPN in una conversazione con il suo vecchio amico-rivale Tracy McGrady, il cinque volte NBA è stato interrogato sulla stagione dell’MVP in carica James Harden, che sta vivendo un’annata con pochi precedenti. Secondo Bryant, però, non è tutto da elogiare. "Penso che debba fare quello che serve per portare la sua squadra a vincere, ma c’è modo e modo di farlo" ha dichiarato. "Non sono un grande fan dello stile di gioco che sta utilizzando, almeno in termini di vittoria di un titolo. Non penso che giocando in quel modo si possa mai vincere un anello". I numeri danno ragione a Bryant, almeno per quella che è stata la sua carriera: nei sei anni in cui il suo Usage Rate è andato sopra il 32.9% (ovverosia usando un terzo o più dei possessi della squadra, toccando anche il 38.7%) non è mai riuscito a vincere il titolo. Ci è riuscito nel 2009-10, quando il suo Usage era del 32.3% al fianco di Pau Gasol e Lamar Odom, ma anche lì ci è riuscito solamente in una gara-7 tesissima. Harden, al momento, ha il secondo Usage più alto della storia del gioco a quota 40.2%, dietro solamente a quello di Russell Westbrook nell’anno dell’MVP (41.7%), e degli primi sette giocatori nella storia per numero di possessi utilizzati, nessuno ha mai superato il primo turno di playoff. Insomma: almeno storicamente, il "one-man show" non funziona ai playoff.

Harden risponde: "Ha ragione, ma abbiamo tanti infortuni"

Quando gli sono state riferite le parole di Kobe, il Barba – che ha realizzato la sua 27^ partita consecutiva con almeno 30 punti, avvicinandosi alla seconda miglior striscia da 31 di Wilt Chamberlain – ha dato una risposta per certi versi sorprendente. "Per il momento, probabilmente ha ragione. Il modo in cui stiamo giocando non si ripeterà [ai playoff] e non ci porterà dove vogliamo andare. Ma in questo momento devo dominare il pallone perché abbiamo avuti tanti infortuni e non siamo mai stati al completo nel corso della stagione. Una volta che Chris Paul sarà tornato in ritmo e Eric Gordon sarà a pieno regime, avremo più di un giocatore in grado di dominare il pallone e creare gioco. E non vedo l’ora di quando succederà". Insomma, anche Harden sa che non è sostenibile uno sforzo del genere sul lungo periodo, ma che per il momento è quello che serve ai Rockets per rimanere a galla nella Western Conference. Ai playoff, però, servirà anche il contributo degli altri, alleggerendo il carico dalle spalle del Barba.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.