Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA: Tobias Harris lascia i Clippers e va a Philadelphia

NBA

Scambio a sorpresa nella notte americana, con il n°34 dei Clippers che passa a Philadelphia, in cambio di un pacchetto di giocatori e di scelte con cui i losangelini dichiarano di voler puntare più al futuro che ai playoff. I Sixers invece vanno all-in: l'obiettivo è quello di vincere subito

IL LIVE DELL'ULTIMO GIORNO DI MERCATO

OBIETTIVI E TRATTATIVE DI MERCATO DI TUTTE E 30 LE SQUADRE NBA

La NBA è un business in cui spesso non si bada ai sentimenti, né a quanto accade sul parquet pochi minuti prima di prendere una decisione che può cambiare il corso di un’intera stagione. I Clippers infatti, poche ore dopo aver vinto in volata a Charlotte grazie a un canestro arrivato a quattro secondi dalla sirena di Tobias Harris (un bersaglio che aveva dato una grossa spinta alla rincorsa playoff dei losangelini), hanno deciso di rinunciare al n°34 e di cederlo a Philadelphia assieme a Boban Marjanovic e Mike Scott, in cambio di Wilson Chandler, Mike Muscala, Landry Shamet e un bel pacchetto di scelte messo sul piatto dai Sixers. Una decisione che rende bene l’idea rispetto ai piani del prossimo futuro di entrambe le squadre. Da una parte i Clippers, che tolgono al fianco di Danilo Gallinari quello che è stato di gran lunga il suo compagno più affidabile (oltre che l'unico a segnare più del n°8 azzurro); l’altro semi-All-Star su cui Doc Rivers aveva fatto affidamento per oltre quattro mesi in questa regular season e che si era caricato buona parte delle responsabilità sulle sue spalle nelle ultime settimane senza il Gallo. Togliere una delle pedine fondamentali a un roster come quello dei Clippers, nel pieno della corsa playoff, è sintomatico di come l’intenzione sia quella di mollare in parte la presa – anche a rischio di perdere il treno playoff – per pianificare un futuro in cui, liberando lo spazio salariale, L.A. andrà a caccia di free agent e contratti di primissimo livello (Kawhi Leonard è il nome più chiacchierato), senza aver mai manifestato alcun tipo di intenzione reale di rifirmare in estate un giocatore come Harris. Philadelphia invece rinuncia a un cospicuo pacchetto di scelte (e di futuro) per andare all-in nel presente e cercare di vincere da subito, componendo così un temibile gruppo di Big-4 che comprende Joel Embiid, Jimmy Butler, Ben Simmons e il nuovo arrivato Harris. Loro quattro più presumibilmente JJ Redick comporranno il quintetto con cui i Sixers andranno a caccia della vetta della Eastern Conference e di una qualificazione alle finali NBA che adesso inizia a vederli come una delle squadre favorite. Un progetto che in Pennsylvania sperano possa funzionare e a cui dare continuità eventualmente anche in futuro: lo spazio per confermare in estate (a cifre cospicuo) sia Harris che Butler c'è. Basta dimostrare di poter vincere con questo assetto e i rinnovi contrattuali saranno scontati.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.